Cesena-Milan 0-0

18 Agosto 2019

Cesena, Orogel Stadium Dino Manuzzi, domenica 18 agosto 2019 ore 20,30. Gara amichevole

Cesena-Milan (foto Rega/Cesena FC)

CESENA (3-4-3): Agliardi; Maddaloni (18′ st Ciofi), Brignani (34′ st De Feudis), Sabato; Capellini (1′ st Butic), Franco, Rosaia, Valeri (27′ st Brunetti); Borello, Sarao (13′ st Valencia), Cortesi (13′ st Franchini). A disp.: Olivieri, Stefanelli, Ricci, Russini, Pantaleoni. All.:Modesto

MILAN (4-3-1-2): G. Donnarumma, Calabria, Musacchio (31′ st Duarte), Romagnoli, Rodriguez; Borini (27′ st Kessie), Biglia (3′ st Paquetà), Çalhanoğlu; Suso; Castillejo (31′ st Silva), Piatek (40′ st Maldini). A disp.: Soncin, A. Donnarumma, Conti, Strinic, Duarte, Gabbia, Brescianini, Mionic. All.: Giampaolo

ARBITRO: Marco D’Ascanio di Ancona. Assistenti: Giulio Basile di Chieti e Giuseppe Di Giacinto di Teramo

NOTE: Ammoniti Valeri (C), Franchini (C)

Missione compiuta. Il Cesena imbriglia il diavolo e si mette in mostra grazie ad una piacevole manovra, sfiorando ben due volte il vantaggio con Butic nei minuti finali.
Terminata questa serata di festa, ora occorre mettersi sotto con la testa per preparare la prima gara di campionato contro il Carpi. (Fonte: TuttoCESENA)

Technorati Tags: , , ,

Cesena-Vis Pesaro 3-1

11 Agosto 2019

Cesena, Orogel Stadium Dino Manuzzi, domenica 11 agosto 2019 ore 20,30. Seconda giornata del girone E di Coppa Italia di serie C.

La Curva Mare contro la Vis in Coppa (foto Rega/Cesena FC)


CESENA (3-4-3): Agliardi; Ricci, Brignani, Sabato (12′ st Maddaloni); Capellini (12′ st Cortesi), Franco (27′ st Valencia), Rosaia, Valeri (36′ st Brunetti); Borello, Butic (13′ st Sarao), Russini. A disp.: Olivieri, Brunetti, De Feudis, Zammarchi, Bernardi, Pantaleoni. All.: Modesto

VIS PESARO (4-3-3): Bianchini, Adorni (22′ st Farabegoli), Lelj, Gennari (34′ st Pannitteri), Pedrelli; Misin, Paoli, Rubbo; Grandolfo, Voltan, Tascini (18′ st Tessiore). A disp.: Ciacci, Campeol, Romei, Gabbani, Ejjaki, Morani, Gomes Ricciulli. All.: Pavan

ARBITRO: Eugenio Scarpa di Collegno. Assistenti: Ivano Agostino di Sesto San Giovanni e Andrea Cravotta di Città di Castello

RETI: 2′ Gennari (V), 27′ Brignani (C), 32′ Capellini (C), 83′ Russini (C)

NOTE: Ammoniti Pedrelli (V), Capellini (C), Sabato (C), Misin (V)

Il Cesena si dimostra maturo e non corre alcun rischio nella ripresa, confermando quanto di buono mostrato durante la prima frazione di gioco. I bianconeri non si fanno mai impensierire dagli avversari, sovrastandoli in tutto e per tutto. A circa dieci minuti dal termine arriva anche il gol di Russini ad archiviare questa gara, evitando inutili e noiosi brividi finali. Il Cesena ha già una propria identità ben definita e questa è un’ottima base di partenza. Primo obiettivo centrato, ora sotto con il campionato.

Technorati Tags: , ,

Rimini-Cesena 1-2

4 Agosto 2019

Rimini, stadio Romeo BIANCOneri, domenica 4 agosto ore 18,30. Prima giornata del girone E di Coppa Italia Serie C.

RIMINI (3-5-2): Scotti; Boccaccini (35′ st Silvestro) Scappi, Nava; Mancini (34′ pt Petrovic), Van Ransbeek (34′ st Cigliano), Palma, Candido, Picascia; Arlotti (1′ st Bellante); Zamparo. A disp.: Santopadre, Nava G., Variola, Magi, Angelini, Pari. All.: Cioffi

CESENA (3-4-3): Agliardi; Ricci (21′ st Maddaloni), Brignani, Sabato; Franchini (21′ st Capellini), De Feudis (9′ st Rosaia), Valencia, Valeri (9′ st Borello); Cortesi, Butic (21′ st Sarao), Russini. A disp.: Olivieri, Brunetti, El Bouhali, Campagna, Zammarchi, Bernardi, Pantaleoni. All.: Modesto

ARBITRO: Luca Zucchetti di Foligno. Assistenti: Andrea Bianchini di Perugia e Antonio D’Angelo di Perugia

RETI: 3′ pt Butic (C),  318′ pt, De Feudis (C), 41′ st Petrovic (R).

NOTE: Ammoniti Mancini (R), Van Ransbeek (R), Butic (C), Valencia (C), Borello (C), Russini (C).

L’ultimo fotogramma, o quasi, di questa partita è il riassunto migliore di tutto l’incontro: Borello che spreca l’incredibile terzo gol solo davanti a Scotti, come ormai capitato in tutta la ripresa e il Cesena che deve soffrire ancora fino al triplice fischio. Nel primo tempo non c’è storia o quasi: il Rimini è più indietro con la preparazione, è un cantiere aperto mentre il Cesena mostra già idee chiare di gioco e tanta velocità. Almeno nel primo tempo sono tante le sovrapposizioni, le ripartenze, le azioni degli esterni che entrano in area e provocano scompiglio. Nella ripresa però tutto cambia: il Cesena accusa la fatica della preparazione, Modesto cambia tutto o quasi e le idee si fanno immediatamente confuse. Borello e Sarao sbagliano di tutto e di più e tengono in vita un Rimini che un po’ incredibilmente al’86’ trova il gol della bandiera con Petrovic sugli sviluppi di una punizione concessa per l’ennesimo fallo di Valencia. Il finale è un rodeo, tanta tensione, tanta confusione e l’immancabile gol sbagliato da sabato. Era dal 1968 che il Cesena non espugnava il Romeo BiancoNeri! Appuntamento a breve con le pagelle, le dichiarazioni di Modesto e domani con gli spunti (fonte: TuttoCESENA)

Technorati Tags: , , ,

Cesena-Lecco 0-2

31 Maggio 2019

Foligno, stadio Blasone, venerdì 31 maggio 2019 ore 15,30. Semifinale Poule Scudetto Serie D.

CESENA (4-2-3-1): Sarini; Zamagni, Benassi (23′ st Marfella), Viscomi, Ciofi; Tola, Campagna; Andreoli (27′ st El Bouhali), Alessandro (27′ st Munari), Valeri (23′ st Mantovani); Capellini.  A disp.: Agliardi, De Feudis, Ricciardo, Fortunato, Tortori. All.: Angelini.

LECCO (4-3-3): Safarikas, Corna, Malgrati, Merli Sala, Samake (18′ pt Nocerino); Moleri (32′ st Silvestro), Pedrocchi, Dragoni (38′ pt); Lisai (23′ st Poletto), Capogna (29′ st Fall), D’Anna. A disp.: Jusufi, Carboni, Draghetti, Meneghetti. All.: Gaburro.

ARBITRO: Vingo di Pisa.

RETI: 8′ st e 16′ st Capogna.

AMMONITI: Nocerino, Malgrati, Campagna, Poletto.

Finisce l’avventura del Cesena nella Poule Scudetto ma soprattutto finisce l’avventura di Giuseppe Angelini sulla panchina del Cesena. Partita quasi surreale, con il Lecco che affonda nella ripresa e immediatamente i bianconeri accusano il colpo e mollano la presa. Il Cesena con i cambi diventa a tutti gli effetti il Martorano e non combina assolutamente niente. Momenti emozionanti per Angelini che a fine partita va a salutare i propri tifosi un’ultima volta e si appresta a voltare pagina (fonte: TuttoCESENA). 

Technorati Tags: , , ,

Cesena-Pergolettese 3-1

22 Maggio 2019

Cesena, Orogel Stadium Dino Manuzzi, mercoledì 22 maggio 2019 ore 16. Seconda partita della Poule Scudetto serie D.

Nicola Capellini, capitano dal Bronx Vigne (foto Cesena FC/Rega)

CESENA (4-2-3-1): Sarini, Zamagni, Rutjens, Viscomi, Valeri (35’ st Ciofi), Tola (29’ st Benassi), Campagna (29’ st El Bouhali), Marfella (9’ st Mantovani), Andreoli (41’ st De Feudis), Alessandro, Capellini. A disposizione Agliardi, Fortunato, Ricciardo, Tortori. All.: Angelini.

PERGOLETTESE (3-4-1-2):Chiovenda, Lucenti (30’ st Flores), Fabbro, Bakayoko (11’ st Bitihene), Manfroni, Piras (30’ st Facciolla), Panatti, Villa, Schiavini (11’ st Cazzamalli), Morello, Gullit (11’ st Bortoluz). A disposizione: Stucchi, Fanti, Muchetti, Manzoni. All.: Contini.

ARBITRO: Morabito di Taurianova.

RETI: 16′ pt Tola, 23′ pt Capellini, 1′ st Panatti, 8′ st Capellini.

NOTE: spettatori 1578 per un incasso di 7934 euro.

Un grande Cesena si congeda dal Manuzzi con una vittoria, alla faccia del presunto biscotto, e di qualifica alle semifinali della Poule scudetto come prima del suo girone. Fa festa però anche la Pergolettese che passa come miglior seconda, mentre negli altri gironi la spuntano Avellino e Lecco. La gara è decisa dalle rete tutte “cesenati”: doppietta di Nicola Capellini dalle Vigne e gol del cesenate adottivo, di origine albanese, Brenton Tola. Appuntamento a domani per il sorteggio per gli accoppiamenti delle semifinali che si giocheranno venerdì 31 maggio (fonte: TuttoCESENA)

Technorati Tags: , , , ,

Pianese-Cesena 0-1

12 Maggio 2019

Piancastagnaio, stadio Comunale, domenica 12 maggio 2019 ore 15. Prima partita della Poule Scudetto serie D.

Cesenati a Piancastagnaio (foto Cesena FC/Rega)

PIANESE (4-3-1-2): Wroblewski; Sacai, Bernardini, Gagliardi, Dell’Aquila; Brenci (30′ st Bianchi), Simeoni, G. Benedetti; Catanese (42′ Agnello Ferraro); Buongiorno (18′ st Simoni), L. Benedetti. A disp.: Giachetta, Bianchi, Bonati, Di Mascio, Ravanelli, Rinaldini. All.: Marco Masi

CESENA (3-4-3): Sarini; Rutjens, Viscomi, Ciofi; Zamagni (33′ st Benassi), Tola, Campagna, Valeri (26′ st Mantovani); Marfella (21′ st Andreoli), Capellini, Munari (45′ st Alessandro). A disp.: Agliardi, Noce, Mantovani, Fortunato, De Feudis, Ricciardo. All.: Giuseppe Angelini.

ARBITRO: Bonacina di Bergamo.

RETI: Capellini 44′ pt (C)

NOTE: Ammoniti Viscomi (C), G. Benedetti (P)

Partita anonima. Partita noiosa. Partita scialba. Arriva però la vittoria e, quindi, va bene così. Gli uomini di Angelini non mostrano alcuna difficoltà nel battere una modestissima Pianese, pur essendoci in campo solamente le seconde e terze linee. Il gol decisivo ha la firma del capitano di giornata, Nicola Capellini, e arriva nel primo tempo. A seguito della marcatura da segnalare solo il tentativo da fuori di Tola, con Wroblewski che risponde presente. Gli spareggi per lo scudetto cominciano con il piede giusto, appuntamento a mercoledì 22 maggio per l’ultima gara stagionale al Manuzzi. (Fonte: TuttoCESENA.it)

Technorati Tags: , , , , ,

Real Giulianova-Cesena 1-1

5 Maggio 2019

Giulianova, stadio Rubens Fadini, domenica 5 maggio 2019. Trenottesima ed ultima giornata del campionato di serie D, girone F.

Il Cesena festeggia il ritorno tra i professionisti a Giulianova. Nicola Capellini ha in mano la bandiera del Bronx Vigne (foto Cesena Fc/Rega)

R. GIULIANOVA (3-5-2): Pagliarini; Del Grosso, Ferrini, Fuschi; Gori (12′ st Napolano), Torelli, Balducci, Lenart, Antonelli (25′ st D’Antonio); Tozzi Borsoi, Di Paolo. A disp.: D’Ilario, Rinaldi, De Fabritiis, Fazzini, Barlafante, Morra, Crisci. All.: Bolzan

CESENA (4-2-3-1): Agliardi; Noce, Ciofi, Benassi, Valeri; De Feudis, Biondini; Tonelli (36′ st Capellini), Alessandro, Munari (32′ st Zammarchi); Ricciardo. A disp.: Sarini, Marfella, Rutjens, Viscomi, Tola, Mantovani, Fortunato. All.: Angelini

ARBITRO: Mattia Caldera di Como. Assistenti: Roberto Allocco di Bra e Ivano Agostino di Sesto San Giovanni.

RETI: Alessandro 12′ pt (C), Tozzi Borsoi 30′ pt (G)

NOTE: Ammonito Di Paolo (G)

GIULIANOVA. 231 giorni, 1 ora e 50 minuti. Questo è il tempo passato dal fischio d’inizio di Avezzano-Cesena dello scorso 16 settembre al fischio finale di oggi. Il Cesena torna in serie C, a dieci anni di distanza dall’ultima volta, al termine di un campionato combattuto ed estenuante. Dopo una sola stagione, il Cavalluccio abbandona il mondo del dilettantismo. Ora la festa può cominciare: che siate a Giulianova, alla Bombonera, al mercato coperto, a fare il bagno nella fontana Masini, nelle vostre case non importa. Festeggiate e gioite in questo giorno di giubilo! (fonte: TuttoCESENA).

Technorati Tags: , , , , , ,

Cesena-Castelfidardo 4-1

28 Aprile 2019

Cesena, Orogel Stadium Dino Manuzzi, domenica 28 aprile 2019 ore 15. Trentasettesima e penultima giornata del girone F, serie D.

Cesena sotto la Mare a fine partita (foto Cesena FC/Rega)

CESENA (4-4-2): Agliardi; Noce, Ciofi, Benassi, Valeri; Tonelli (33′ st Zamagni), Biondini (37′ st Fortunato), Campagna (23′ st Munari), Capellini (23′ st De Feudis); Alessandro, Ricciardo (40′ st Zammarchi). A disp.: Sarini, Marfella, Rutjens, Viscomi. All.: Angelini

CASTELFIDARDO (3-5-2): Barbato; Enow (19′ st De Vita), Giovagnoli, Bellucci; Severini, Bracciatelli (19′ st Diouf), Pigini, Trillini, Caruso (33′ st Mercorelli); Calabrese (19′ st Ciucciomei), Granado (37′ st Lombardo). A disp.: Marino, D’Ercole, Eliantonio, Massi. All.: Vadacca

ARBITRO: Luca Cherchi di Carbonia. Assistenti: Francesco Collu di Oristano e Paolo Fele di Nuoro.

RETI: Ricciardo 9′ pt (Ces), Ricciardo 13′ pt (Ces), Calabrese rig. 26′ pt (Cast), Ricciardo 13′ st (Ces), Ricciardo 17′ st (Ces)

NOTEEspulso Barbato (Cast). Ammoniti Campagna (Ces), Ciofi (Ces)

Il Cesena chiude l’annata al Manuzzi con una vittoria perentoria, messa in discussione solo per una ventina di minuti da un episodio isolato. La differenza di valori in campo era abissale, non poteva esserci altro risultato. La quaterna di Ricciardo scaccia i brutti ricordi di Pineto e Montegiorgio, la vera emozione viene però regalata dai molteplici cori riservati a Davide Biondini, che da oggi non calcherà più il campo del Manuzzi da calciatore.
Per la vera festa, è tutto rimandato a domenica prossima. Appuntamento quindi a Giulianova (fonte: TuttoCESENA).

Technorati Tags: , , ,

San Nicolò Notaresco-Cesena 2-2

18 Aprile 2019

Le squadre entrano in campo davanti ai tifosi bianconeri presenti a Teramo (foto Rega/Cesena FC)

Teramo, stadio Bonolis, giovedì 18 aprile 2019 ore 15. Trentaseiesima, e penultima, giornata del campionato di Serie D, girone F.

S.N. NOTARESCO (4-3-3): Monti; Di Stefano (43′ st Fabbriani), Salvatori, Dalmazi, Sieno; Candellori, Marcelli (35′ Fiscaletti), Bontà; Cancelli (32′ st Laringe), Minella, Moretti. A disp: D’Ostiglio, Colonna, Blando, Ruçi, Collevecchio, Fidanza. All: Cudini

CESENA (4-2-3-1): Agliardi; Noce, Ciofi, Benassi, Valeri (45′ st Rutjens); Biondini, De Feudis (35′ st Tola); Tonelli, Capellini (23′ st Fortunato), Munari; Alessandro. A disp:Bedendo, Marfella, Viscomi, Zamagni, Mantovani, Campagna, Andreoli. All: Angelini

ARBITRO: Daniele Virgilio di Trapani. Assistenti: Luca Landoni di Milano e Giorgio Ravera di Lodi

RETI: 39′ st Benassi (C), 14′ st Minella (N), 44′ st Fortunato (C), 47′ st Candellori (N)

NOTE: ammoniti Cancelli (N), Noce (C), Benassi (C)

TERAMO. E’ destino che si debba soffrire fino all’ultimo. Il Cesena nei primi 45’ fa il suo, nella ripresa ottiene l’aiuto dei cugini della Savignanese che si portano sul pari con la Savignanese, assapora la Serie C virtuale; poi subisce a sua volta il pareggio del Notaresco fino a quando Fortunato all’89’ segna quello il gol che tiene a -5 i marchigiani a due giornate dal termine. Nel recupero il patatrac: un flipper in area favorisce il Notaresco che ne approfitta, pareggia e fa avvicinare il Matelica. Adesso il vantaggio da gestire negli ultimi 180’ è di 3 punti; il successo casalingo con il Castelfidardo già retrocesso potrebbe non bastare nel caso in cui anche il Matelica dovesse ottenere bottino pieno al Nuovo Romagnoli di Campobasso. Finisse così ci si giocherebbe tutto all’ultima giornata negli scontri Real Giulianova-Cesena e Matelica-Isernia (Fonte: TuttoCESENA.it)

Technorati Tags: , ,

Vastese-Cesena 1-2

14 Aprile 2019

Vasto, stadio Comunale Aragona, domenica 14 aprile 2010 ore 15. Trentacinquesima giornata, e quartultima di ritorno, del campionato di serie D girone F.

Cesenati a Vasto (foto CesenaFC/Rega)

VASTESE (3-5-2): Patania; Sbardella, Del Duca (42′ st Cicerello), Iarocci (32′ st Cardinale); De Meio, Palestini, Capellupo (42′ st Fiore), Di Giacomo, G. Russo; Shiba, Stivaletta (15′ st Leonetti). A disp.: Selva, Cicerello, Russo S., Kone, Cesarano.All.: Papagni.

CESENA (4-2-3-1): Agliardi: Noce, Benassi, Ciofi, Valeri: Biondini De Feudis: Tonelli (49′ st Tola), Alessandro (44′ st Rutjens), Tortori: Munari (38′ st Campagna). A disp.: Moreira, Marfella, Viscomi, Andreoli, Zammarchi, Capellini. All.: Angelini.

ARBITRO: Frascaro di Firenze.

RETI: 46′ pt Stivaletta, 5′ st (rig.) e 17′ st (rig.) Alessandro.

AMMONITI: Capellupo, Di Giacomo, Patania.

CESENA. Pomeriggio sulle montagne russe per Beppe Angelini che è passato da un intervallo a forte rischio esonero (in caso di sconfitta a Vasto sarebbero state poche le possibilità di ennesima fiducia da parte della dirigenza) ad aver quasi chiuso il campionato, con il Matelica a -5 a tre giornate dalla fine. Ora sono sufficienti due vittorie per la matematica promozione: ma sull’esito dell’incontro pesa il clamoroso errore arbitrale in occasione del secondo gol. Andiamo con ordine: dopo un primo tempo soporifero Munari fa harakiri e regala a Stivaletta la palla del contropiede per il più facile dei gol: 1-0 al primo (ed unico) tiro in porta della partita, come ormai consuetudine per gli avversari bianconeri. Al quarto minuti Biondini aveva invece sbagliato un gol clamoroso a meno di mezzo metro dalla porta. Il Cesena rientra però in campo con piglio diverso e guadagna subito il gol del parti su rigore: Patania in uscita travolge Valeri (il migliore in campo) e Alessandro dal dischetto non sbaglia. Poi succede l’imprevedibile: Tortori viene atterrato mezzo metro fuori area e l’arbitro, su segnalazione del guardialinee, assegna il secondo rigore: tante proteste ma Alessandro ancora una volta è freddissimo e radoppia. La Vastese a questo punto non sa fare più nulla e da Recanati arriva la notizia prima del vantaggio dei padroni di casa con Pera poi del rigore sbagliato dal Matelica nel finale: non è ancora fatta ma a tre giornate dal termine il cielo è molto più sereno (fonte: TuttoCESENA.it).

Technorati Tags: , , , , , ,