Archivio di 'Campionato'

Cesena-Hellas Verona 0-0

19 maggio 2017

Cesena, Orgel Stadium Dino Manuzzi, giovedì 18 maggio 2017 ore 20,30. Quarantaduesima e ultima giornata del campionato di serie B Conte.it

Curva Mare a fine gara: “Ora via tutti”

CESENA (3-5-2): Bardini; Donkor, Rigione, Ligi; Setola (62′ Kone), Crimi, Laribi (56′ Schiavone), Garritano, Falasco; Rodriguez (77′ Akammadu), Ciano.
A disp.: Agazzi, Gasperi, Cavallari, Balzano, Capelli, Renzetti. All.: Camplone

H.VERONA (4-3-3): Nicolas; Pisano, Ferrari, Bianchetti, Souprayen; Fossati, Zuculini, Bessa (87′ Luppi); Romulo (79′ Troianiello), Pazzini, Siligardi (62′ Valoti).
A disp.: Coppola, Ganz, Zaccagni, Fares, Cappelluzzo, Caracciolo. All.: Pecchia

ARBITRO: La Penna di Roma

AMMONITI: 41′ Donkor. 61′ Siligardi

CESENA. Finisce con il Verona in Serie A che ha sofferto fino all’ultimo, finisce con la Curva Mare che espone un eloquente “ora via tutti” ma la cosa davvero importante è che sia finita. È finita una stagione maledetta, una stagione vissuta costantemente nei bassifondi, una stagione iniziata malissimo e solo parzialmente salvata da Camplone. Almeno stasera è finita e potremo iniziare a pensare al prossimo campionato… perché in fondo è questo il dovere di noi tifosi: c’è sempre una prossima stagione alle porte!

Technorati Tags: , , , ,

Trapani-Cesena 1-2

13 maggio 2017

Erice, stadio provinciale, sabato 14 maggio 2017 ore 18,30. Quarantunesima e penultima giornata del campionato di serie B Conte.it

L’esultanza di Ciano dopo il gol (Foto AC Cesena/LaPresse)

TRAPANI (4-3-1-2): Pigliacelli; Casasola, Pagliarulo, Legittimo, Rizzato; Maracchi (79′ Raffaello), Rossi, Barillà; Nizzetto (62′ Citro); Coronado, Manconi (70′ Jallow).
A disp.: Guerrieri, Daì, Curiale, Fazio, Ciaramitaro, Visconti. All.: Calori

CESENA (3-5-2): Agliardi; Donkor, Capelli (72′ Rigione), Ligi; Balzano, Garritano (62′ Kone), Laribi (76′ Schiavone), Crimi, Renzetti; Ciano, Rodriguez.
A disp.: Bardini, Perticone, Panico, Falasco, Setola, Di Roberto. All.: Camplone

MARCATORI: 20′ Ciano, 32′ Maracchi, 84′ Rodriguez

ARBITRO: Marinelli di Tivoli

AMMONITI: 25′ Barillà, 34′ Capelli, 74′ Agliardi

TRAPANI. ​La giornata che garantisce la Serie B 2017/2018 al Cesena è stata celebrata come meglio non si poteva. La vittoria corsara di Trapani, ottenuta per la verità con il minimo sindacale e senza troppi sforzi, mette nero su bianco come questa squadra avrebbe tranquillamente potuto concorrere alla volata play-off con qualche punto in meno lasciato per strada. La partita non è certamente esaltante e anche le prestazioni dei singoli non sono quelle destinate a rimanere negli occhi. Ciano dipinge calcio a fasi alterne, Rodriguez finisce il Trapani al momento giusto e Agliardi abbassa la clèr senza rilevanti sbavature: sono queste le scintille bianconere dell’estivo pomeriggio vissuto al “Polisportivo Comunale”. Dall’altra parte ci sono i probabili guai fisici di Capelli, sostituito intorno al minuto 70, e la piccola involuzione per Laribi, oggi insufficiente e irriconoscibile (fonte tuttoCesena.it)

Technorati Tags: , , , , , ,

Cesena-Novara 0-

7 maggio 2017

Cesena, stadio Dino Manuzzi, sabato 7 maggio 2017 ore 15. Quarantesima giornata, e diciannovesima di ritorno, del campionato di serie B Conte.it

Cesena e Novara a centrocampo (foto AC Cesena/Rega)

CESENA (3-5-2): Agliardi; Perticone, Capelli, Ligi (49′ st Vitale); Di Roberto (25′ st Kone), Crimi, Laribi, Garritano, Renzetti; Rodriguez, Cocco (34′ pt Panico). A disp.: Bardini, Rigione, Schiavone, Donkor, Setola, Cavallari. All.: Camplone.

NOVARA (3-5-2): Montipò; Lancini, Mantovani, Chiosa; Kupisz, Bolzoni (27′ st Troest), Selasi, Orlandi, Calderoni; Macheda (30′ st Nardi), Sansone (38′ st Lukanovic). A disp.: Benedettini, Di Mariano, Galabinov, Adorjan, Chajia, Koch, Lukanovic. All.: Boscaglia.

ARBITRO: Chiffi di Padova.

RETE: 37′ pt Macheda.

AMMONITI: Ligi, Montipò, Macheda, Calderoni, Lukanovic.

ESPULSO: 27′ st Bolzoni.

CESENA. Il Cesena perde in casa contro un Novara tutto catenaccio e contropiede: decide la rete di Macheda nel primo tempo. Nella ripresa gli ospiti non passano praticamente mai la metà campo ma un super Montipò, portiere di riserva di Boscaglia, compie tantissimi miracoli e punisce un Cesena sciupone. Nell’ultimo quarto d’ora tutto il Manuzzi resta incollato alla radio per i risultati dagli altri campi, con il Latina in vantaggio al Rigamonti e il Trapani sotto col Frosinone. Proprio nel finale, mentre Rodriguez solo davanti a Montipò si fa negare il gol del pareggio, arriva la ferale notizia del pari besciano di Caracciolo. La salvezza matematica è rimandata e ora il Cesena è atteso da due partite difficilissime: la trasferta di Trapani e l’ultima in casa col Verona. (fonte TuttoCesena.it)

Technorati Tags: , , , ,

Cittadella-Cesena 2-3

30 aprile 2017

Cittadella, stadio Tombolato, sabato 29 aprile 2017 ore 15.  Trentanovesima giornata, e diciottesima di ritorno, del campionato di Serie B Conte.it

Cesenati al Tombolato (Foto AC Cesena/La Presse)

CITTADELLA (4-3-1-2): Alfonso; Salvi, Pelagatti, Varnier (64′ Scaglia), Martin; Valzania, Iori, Bartolomei; Chiaretti; Arrighini, Litteri (5′ Kouame (75′ Iunco)).
A disp.: Paleari, Schenetti, Pedrelli, Pasa, Paolucci, Vido. All.: Venturato

CESENA (3-5-2): Agliardi, Perticone, Capelli (46′ Donkor), Ligi; Di Roberto; Crimi, Laribi, Garritano (81′ Kone), Falasco; Rodriguez (70′ Cocco), Ciano.
A disp.: Bardini, Schiavone, Balzano, Panico, Vitale, Renzetti. All.: Camplone

MARCATORI: 26′ Ligi, 37′ Arrighini, 50′ Rodriguez, 80′ Ciano, 86′ Chiaretti

ARBITRO: La Penna di Roma 1

AMMONITI: 42′ Laribi, 65′ Rodriguez, 78′ Falasco, 93′ Ciano, 93′ Valzania

CITTADELLA. Quarantanove punti, undicesima vittoria stagionale (decima di Camplone) e salvezza quasi raggiunta. Il Cesena ormai è una macchina da guerra e raccoglie il settimo risultato consecutivo, ovvero la quarta vittoria nelle ultime cinque gare. Roba da mangiarsi le mani per quel girone d’andata condotto a ritmo da retrocessione.

La partita tra due quadre in ottimo stato di forma è bella e vede subito un rigore a favore dei padroni di casa con Agliardi che ipnotizza l’ex Manuel Iori. Ci pensa Ligi, terzo gol stagionale e secondo consecutivo a portare in vantaggio il Cesena ma Arrighini trova il parecchio dopo poco più di dieci minuti. Si decide tutto nella ripresa, dopo che i romagnoli hanno perso Capelli per probabili guai fisici. Al minuto 50 Ciano offre una splendida palla a Rodriguez che la scaglia di rabbia in rete mentre a 10′ da termine un contropiede bellissimo viene finalizzato in rete da una magia di Ciano. Sembra finita invece il Citta accorcia con Chiaretti ma ormai non c’è più tempo: il Cesena festeggia i tre punti e forse qualcosa in più…

Technorati Tags: , , , , , , ,

Cesena-Benevento 4-1

25 aprile 2017

Cesena, stadio Dino Manuzzi Orogel Stadium, martedì 25 aprile 2017 ore 18. Trentottesima giornata, e diciassettesima di ritorno, del campionato di serie B Conte.it

Ciano gol (foto AC Cesena/Rega)

CESENA (3-5-2): Agliardi; Perticone, Capelli, Ligi; Balzano (79′ Rodriguez), Crimi, Laribi, Garritano (71′ Vitale), Falasco; Ciano (76′ Di Roberto), Cocco.
A disp.: Bardini, Schiavone, Gasperi, Panico, Donkor, Setola. All.: Camplone

BENEVENTO (4-2-3-1): Cragno; Venuti, Camporese (89′ Padella), Lucioni, Pezzi; Chibsah, Buzzegoli (14′ Viola); Ciciretti (79′ Matera), Falco, Eramo; Puscas.
A disp.: Gori, Pajax, Gyamfi, De Falco, Brignola, Rutjens. All.: Baroni

MARCATORI: 49′ Crimi, 54′ Ligi, 57′ Laribi, 68′ Ciano, 89′ Chibsah

ARBITRO: Nasca di Bari

AMMONITI: 31′ Ligi, 36′ Balzano, 45′ Viola, 59′ Venuti, 64′ Cocco, 92′ Pezzi

CESENA. No, non avete letto male il tabellino: hanno segnato sia Ligi che Laribi. Nella stessa partita. incredibile, vero? Ok, partiamo dall’inizio e da un Filippo Falco che voleva far di tutto per far pentire i bianconeri per averlo scaricato in estate. Una traversa (superiore) e qualche bella giocata. Poi un paio di parate di Agliardi e un primo tempo sostanzialmente più favorevole agli ospiti. Nella ripresa poi il Cesena inizia a correre forte e il Benevento va in tilt. Sale in cattedra Ciano: palla col contagiri per l’inserimento di Crimi che beffa Cragno facendogli passare la palla sotto le braccia. Nemmeno cinque minuti che su angolo di Ciano arriva il gol di Ligi. Ospiti sotto schock e Laribi trova il tris prima che Ciano si sola la soddisfazione di siglare il poker: nel finale solito errore di Agliardi e Chibsah di testa mette a segno il gol della bandiera. Manca ancora una vittoria per la salvezza che mai come ora appare ad un passo: già, ma l’ultimo passo passo è sempre il più difficile e il più lungo.

Technorati Tags: , , , , , , , , ,

Avellino-Cesena 1-1

23 aprile 2017

Avellino, stadio Partenio, sabato 22 aprile 2017 ore 15. Trentasettesima, sedicesima di ritorno, giornata del campionato di serie B Conte.it

Cesenati al Partenio (Foto AC Cesena/Luigi Rega)

AVELLINO (4-4-2): Radunovic; Gonzalez, Jidayi, Djimsiti, Perrotta; Laverone, D’Angelo, Omeonga (84′ Belloni), Lasik (53′ Paghera); Castaldo (18′ st Bidaoui), Ardemagni.
A disp: Lezzerini, Verde, Asmah, Soumarè, Solerio, Bidaoui, Camarà. A disp.: All.: Novellino

CESENA (4-3-3): Agliardi; Balzano, Capelli, Ligi, Renzetti; Crimi, Laribi, Garritano; Ciano (83′ Di Roberto), Cocco, Panico (87′ Vitale).
A disp.: Bardini, Cavallari, Gasperi, Rigione, Falasco, Setola, Rodriguez. All.: Camplone

MARCATORI: 13′ Ardemagni, 28′ Radunovic

ARBITRO: Minelli di Varese

AMMONITI: 41′ Renzetti, 44′ Lasik, 56′ Paghera, 67′ Ardemagni, 83′ Ligi

ESPULSO: 68′ Ardemagni

AVVELINO. Fa tutto il Cesena: regala un gol ad Ardemagni (liscio di Ligi), trova il pareggio con Laribi  (erroraccio di Radunovic) e sbaglia l’impossibile sottoporta nel finale, quando è in vantaggio di un uomo. Già, perché proprio Ardemagni al minuto 68 si fa prima ammonire e poi espellere per proteste.

Ciano prova a colpire ma Panico involontariamente salva sulla linea quindi nel finale Di Roberto incredibilmente di testa appoggia fuori: nel mezzo Bidaoui si beve mezza difesa bianconera e da ottima posizione calcia incredibilmente sull’esterno della rete per quella che sarebbe stata la più atroce delle beffe.

Col senno di poi il pari è accettabile: restano i rimpianti per le occasioni (e la superiorità numerica) non sfruttate ma resta anche la consapevolezza che il Cesena questa gara ha rischiato di perderla seriamente nel finale.

Technorati Tags: , , , , , ,

Cesena-Spezia 1-0

18 aprile 2017

Cesena, stadio Dino Manuzzi, lunedì 17 aprile 2017 ore 20,30. Trentaseiesima giornata, e quindicesima di ritorno, del campionato di Serie B Conte.it

Il gol di Ciano su rigore (foto AC Cesena/Luigi Rega)

CESENA (3-5-2): Agliardi; Perticone, Capelli, Ligi; Balzano, Crimi, Schiavone (46′ Laribi), Garritano (80′ Vitale), Renzetti; Cocco (87′ Rodriguez), Ciano.
A disp.: Bardini, Rodriguez, Panico, Falasco, Setola, Di Roberto, Cavallari. All.: Camplone

SPEZIA (3-5-2): Chichinzola; Valentini, Terzi, Ceccaroni (72′ Pulzetti); De Col, Sciuadone, Maggiore, Djokovic, Migliore; Giannetti (63′ Fabbrini), Piccolo.
A disp.: A. Valentini, Signorelli, Baez, Okereke, Datkovic, Vignali, Mastinu. All.: Di Carlo

MARCATORE: 63′ Ciano (r)

ARBITRO: Ghersini di Genova

AMMONITI: 19′ Sciaudone, 34′ Perticone, 44′ Garritano, 51′ Djokovic, 69′ Ceccaroni, 89′ Terzi

ESPULSO: 67′ Sciaudone

CESENA. Al termine di Cesena-Spezia arrivano tre punti vitali per il campionato del Cesena, ora a quota 42 e a più quattro dalla zona rossa. Il successo è firmato dal solito, encomiabile Camillo Ciano. L’ex Crotone dal dischetto si conferma cecchino infallibile e il sigillo di oggi, unito alle tante preziose giocate nel secondo tempo, vale il tre punti. Lo Spezia si è visto crollare il fortino a seguito di due errori individuali: il primo ha portato al penalty grazie ad un tocco di mano, mentre Sciaudone ha rovinato la sua partita con un intervento scomposto nonostante fosse già stato graziato da Ghersini in più occasioni. Nel Cesena evidenza Perticone, Balzano, Crimi e Laribi, quest’ultimo finalmente determinante a partita in corso. Da rivedere Cocco, ormai opaco da diverse settimane. (fonte: tuttocesena.it)

Technorati Tags: , , ,

Pisa-Cesena 0-1

9 aprile 2017

Pisa, Stadio Romeo Anconetani Arena Garibaldi, sabato 8 aprile 2017 ore 15. Trentacinquesima giornata, e quattordicesima di ritorno, del campionato di serie B Conte.it

gol-pisa

Ujkani non trattiene: è Ciano-gol! (Foto AC Cesena/Rega)

PISA (4-3-3): Ujkani; Birindelli, Lisuzzo, Del Fabro, Longhi; Verna, Di Tacchio, Zammarini; Mannini (48′ Cani), Manaj (70′ Lores Varela), Gatto (64′ Peralta).
A disp.: Cardelli, Angiulli, Zonta, Golubovic, Milanovic, Masucci​. All.: Gattuso

CESENA (4-3-3): Agliardi; Balzano, Capelli, Ligi, Renzetti; Crimi, Schiavone, Garritano (85′ Di Roberto); Ciano (93′ Falasco), Cocco, Panico (74′ Laribi).
A disp.: Bardini, Rodriguez, Vitale, Setola, Akammadu, Cavallari. All.: Camplone

MARCATORE: 53′ Ciano

ARBITRO: Pasqua di Tivoli

AMMONITI: 24′ Crimi, 55′ Capelli

PISA: vince il Cesena, finalmente. Vince senza subire reti, vince uno scontro diretto e soprattutto lo fa nella giornata in cui le dirette concorrenti per la salvezza (Trapani, Ternana, Vicenza e Pro Vercelli) fanno tutte bottino pieno. Basta un guizzo di Panico deviato in rete da Ciano, con la complicità di Ujkani, per fare bottino pieno: in precedenza il palo aveva fermato il tentativo ancora una volta di Panico.
Perticone si ferma nella rifinitura e Camplone torna al 4-3-3 che rilancia Ligi, forse il migliore in campo.
Il Cesena nella sua storia aveva vinto solo una volta all’Arena Garibaldi: nel 2004, con Castori. 

 

Technorati Tags: , , , ,

Cesena-Brescia 1-1

5 aprile 2017

Cesena, Orogel Stadium Dino Manuzzi, martedì 4 aprile 2017 ore 20,30: trentaquattresima giornata, e tredicesima di ritorno, del campionato di serie B Conte.it

6E3A6703

Curva Mare contro il Brescia (foto AC Cesena/Rega)

CESENA (3-5-2): Agliardi; Perticone, Capelli, Ligi; Balzano (67′ Di Roberto), Laribi (76′ Vitale), Schiavone, Garritano, Falasco; Ciano (70′ Panico), Cocco.
A disp.: Bardini, Renzetti, Akammadu, Cavallari, Setola, Gasperi. All.: Camplone

BRESCIA (4-3-3): Arcari; Calabresi, Romagna, Blanchard, Coly; Bisoli, Pinzi, Martinelli; Camara (58′ Ferrante), Torregrossa (70′ Lancini), Bonazzoli (87′ Caracciolo).
A disp.: Festa, Caracciolo, Crociata, Prce, Ndoj, Mauri, Fontanesi. All.: Cagni

MARCATORI: 14′ Schiavone, 38′ Coly

ARBITRO: Pinzani di Empoli

AMMONITI: 24′ Falasco, 26′ Blanchard, 59′ Cocco, 72′ Pinzi, 80′ Calabresi, 92′ Coly, 94′ Ligi.

CESENA. Un gol piuttosto fortunoso, il pronto pareggio degli ospiti che poi non combinato quasi nulla per il resto della gara e il Cesena che sbaglia il 2-1. Ormai per vincere i bianconeri devono segnare due reti, perché una non è mai abbastanza. E due reti non le segnano praticamente mai. La partita con la Ternana è stata un’eccezione.

Col Brescia del catenaccio Cagni solito copione di sempre. Questa volta i bianconeri sono anche fortunati, con Arcari che pasticcia e favorisce la rete di Schiavone. Poi però non si concretizza mai la maggiore pericolosità offensiva e il pareggio è semplicemente inevitabile.

Technorati Tags: , ,

Cesena-Frosinone 1-1

1 aprile 2017

Cesena, Dino Manuzzi orogel Stadium, anticipo della trentatreesima giornata, e dodicesima di ritorno, del campionato di serie B Conte.it

CESENA (3-5-2): Agliardi; Perticone, Capelli, Ligi: Balzano, Garritano (85′ Laribi), Schiavone, Crimi, Falasco; Cocco, Ciano.
A disp.: Bardini, Panico, Vitale, Setola, Renzetti, Di Roberto, Akammadu, Cavallari. All.: Camplone

FROSINONE (3-5-2): Bardi; Krajnc (67′ Gori), Ariaudo, Terranova; Fiamozzi, Maiello, Sammarco (80′ Mokulu), Soddimo (72′ Kragl), Crivello; Ciofani, Dionisi.
A disp.: Zappino, Russo, Frara, Volpe, Pryyma, Mamic. All.: Marino

MARCATORI: 21′ Cocco, 92′ Mokulu

ARBITRO: Ros di Pordenone

AMMONITI: 25′ Soddimo, 37′ Garritano, 40′ Ciano, 53′ Dionisi, 71′ Crimi

6E3A4052

Cesena e Frosinone a centrocampo (Foto AC Cesena/Luigi Rega)

CESENA. Perfetti per 90 minuti. Peccato che le partite non finiscano al novantesimo e per la quarta volta nel corso di questa stagione (dopo Latina, Ascoli e Spal) il Cesena in pieno recupero deve dire addio ai tre punti. Lo fa per colpa di un’ingenua uscita a vuoto di Chicco Agliardi ma questa è solo la goccia che ha fatto traboccare il vaso: le colpe più profonde vanno ricercate nella gestione di gara di Andrea Camplone.

Il Cesena ha disputato una partita esemplare, con grinta e determinazione, conquistando sin dalle prime battute il predominio del centrocampo. Tale condotta di gara è però assai costosa dal punto di vista fisico e nel finale diversi tra i migliori in campo per i bianconeri erano stremati: Cocco, Garritano, Balzano e Crimi. Camplone ha sostituito solo Garritano al minuti 85 per Laribi che appena 120 secondi ha toccato la palla con la mano in piena area finendo per essere incredibilmente graziato dal modesto arbitro Ros.

Poi il recupero, appena quattro minuti, e l’uscita a vuoto di Agliardi… un film già visto.

 

Technorati Tags: , , , , ,