Archivio di 'Campionato'

Cittadella-Cesena 4-0

19 settembre 2017

Cittadella, stadio Tombolato, martedì 19 settembre 2017 ore 20,30. Quinta giornata del campionato di serie B Conte.it.

CITTADELLA (4-3-1-2) Paleari; Salvi, Varnier, Pelagatti, Pezzi (22′ st Benedetti); Settembrini, Iori, Pasa (22′ st Bartolomei); Schenetti; Litteri, Kouame (34′ st Arrighini). A disp: Corasaniti, Iunco, Chiaretti, Caccin,  Siega, Adorni, Camigliano, Bizzotto. All. Venturato

CESENA (3-5-2) Fulignati; Rigione, Cascione (1′ st Esposito), Scognamiglio; Fazzi, Sbrissa (1′ st Panico), Laribi, Schiavone, Eguelfi; Gliozzi (32′ st Moncini), Jallow. A disp: Agliardi, Melgrati, Mordini, Cacia, Maleh, Kupisz, Kone, Farabegoli, Di Noia. All. Camplone

ARBITRO: Pillitteri di Palermo. Assistenti: Cangiano di Napoli, Bresmes di Bergamo. Quarto uomo: Ayroldi di Molfetta.

RETI: 8′ pt Kouame, 25′ pt Salvi, 44′ pt  Kouame, 33′ st Iori su calcio di rigore

NOTE: ammoniti Pezzi, Pelagatti (Ci), Jallow (Ce)

Se qualcuno si era fatto delle illusioni dopo la squillante vittoria contro l’Avellino, il poker subito questa sera a Cittadella lo riporta immediatamente sulla terra: il Cesena fa fatica e, a occhio e croce, dovrà farne ancora tanta prima di trovare identità, sicurezze e gioco. Da una parte una squadra, quella granata, già rodata che fraseggia, aggredisce e finalizza; dall’altra il Cesena con molti ragazzi nuovi e che ha serissimi problemi nella manovra. Sono più i palloni sparati a caso in avanti che altro. La speranza, evidentemente, è che Jallow si inventi qualcosa ma in assenza di Cacia (tenuto in panchina probabilmente per farlo rifiatare in vista di domenica) è durissima. Restano le incertezze difensive e le amnesie a centrocampo, già evidenziate nei turni precedenti. Troppo forte il Cittadella o scarso il Cesena? Dopo cinque turni è difficile rispondere a questa domanda. Intanto incassiamo questo bel bagno di umiltà, questo 4-0 che fa male e che imbarazza al di là del risultato (come commentare altrimenti gli 11 tiri in porta e i 9 fuori da parte dei veneti?) e proiettiamoci verso il posticipo di domenica prossima quando al Manuzzi scenderà in campo l’Ascoli, penultimo a 3 punti. Il Cesena ha un solo mattoncino in più e parlare di prima sfida salvezza non appare prematuro. L’augurio è quello di rivedere Cacia in campo dal 1′ con la voglia di castigare la sua ex squadra e, soprattutto, quei dirigenti che, come dire?, gli hanno reso l’estate difficile (fonte TuttoCesena.it). 

Technorati Tags: , , ,

Cesena-Avellino 3-1

15 settembre 2017

Cesena, Orogel Stadium Dino Manuzzi, martedì 15 settembre ore 21. Quarta giornata del campionato di serie B Conte.it

CESENA (3-5-2) Fulignati; Cascione, Rigione, Scognamiglio; Fazzi, Sbrissa (26′ st Schiavone), Laribi, Di Noia (33′ st Kupisz), Mordini; Cacia (31′ st Gliozzi), Jallow. A disp: Agliardi, Melgrati, Eguelfi, Moncini, Panico, Maleh, Farabegoli, Setola. All: Camplone.

AVELLINO (4-4-1-1) Lezzerini; Laverone, Suagher, Marchizza, Falasco; Molina, Di Tacchio, D’Angelo (13′ st Moretti), Bidaoui (1′ st Castaldo); Morosini (19′ st Kresic); Ardemagni. A disp: Radu, Iuliano, Pecorini, Camara, Ngawa, Lasik, Asencio, Paghera. All: Novellino.

ARBITRO: Baroni di Firenze. Assistenti: Chiocchi di Foligno e Vecchi di Lamezia Terme. Quarto uomo: De Remigis di Teramo.

NOTE: Ammoniti Cascione, Laribi, Sbrissa (C), DI Tacchio, Falasco (A). Espulso: Suagher (A). Spettatori: 11.393 di cui 9414 abbonati e 1979 paganti per un incasso di 19.294 euro + 35.175,51 euro (quota abbonati). Angoli: 4-3.

L’ultima vittoria in campionato aveva il sapore della primavera: il Cesena non conquistava i tre punti dalla trasferta di Trapani dello scorso 14 maggio mentre il successo in casa mancava dal 25 aprile (4-1 al Benevento). In una serata di fine estate il Cavalluccio ritorna a sognare liquidando l’Avellino con autorevolezza, smuovendo la classifica e cancellando anche l’imbarazzante zero nella casellina dei gol fatti dopo i primi tre turni. A parte qualche leggerezza in difesa, una prova convincente del collettivo con due uomini su tutti: Sbrissa (un gol e un assist) e lo straordinario Daniele Cacia, autore di una doppietta che lo proietta vicinissimo alla storia. Adesso per essere il miglior marcatore della storia della Serie B gli mancano solo due centri. Diciamo che alla prima da titolare ha già centrato il 50% degli obiettivi personali stagionali ma aggiungiamo pure che, se piove di quel che tuona, tutti avranno da togliersi delle belle soddisfazioni. Con un ‘killer’ così in avanti si può cominciare ad essere ottimisti. Se questo Avellino, che la scorsa settimana aveva travolto il Foggia è stato ridimensionato brutalmente, il Cavalluccio potrà dire la sua in un campionato lungo e difficile come quello di B. Avanti così (fonte TuttoCesena.it). 

Technorati Tags: , , , , , ,

Ternana-Cesena 1-0

10 settembre 2017

Terni, stadio Libero Liberati, sabato 9 settembre 2017 ore 15. Terza giornata del campionato di serie B Conte.it

TERNANA (4-3-1-2): Plizzari; Vitiello, Gasparetto, Valjent, Favalli; Defendi, Paolucci, Angiulli; Tiscione (39′ st Varone); Finotto (32′ st Carretta), Albadoro (18′ st Tremolada). A disp.: Bleve, Sara, Candellone, Marino, Bordin, Capitani, Franchini, Montalto. All.: Pochesci.

CESENA (3-5-2): Fulignati; Perticone, Rigione, Scognamiglio; Fazzi, Vita, Laribi, Di Noia (14′ st Schiavone), Eguelfi; Gliozzi (14′ st Cacia), Moncini (30′ st Panico). A disp.: Agliardi, Melgrati, Mordini, Cascione, Frabegoli, Setola, Kupisz, Maleh, Sbrissa. All. Camplone.

ARBITRO: Saia di Palermo.

RETE: 7′ pt Angiulli.

AMMONITI: Laribi, Vitiello, Schiavone.

Ternana modesta, Cesena inguardabile. Se il primo tempo aveva fatto sperare in qualcosa di meglio, visto che oltre al gol dei padroni di casa era arrivata una clamorosa traversa interna e un paio di buone occasioni, la ripresa è stata sconcertante. Dopo tre giornate ora anche la classifica parla chiaro: questo Cesena, insieme alla Pro Vercelli, è la più seria candidata all’ultimo posto (fonte TuttoCesena.it).

Technorati Tags: , , , , , , , , ,

Cesena-Venezia 0-0

3 settembre 2017

Cesena, Dino Manuzzi Orgel Stadium, domenica 3 settembre 2017 ore 20,30. Seconda giornata del campionato di serie B Conte.it

CESENA (3-5-2): Fulignati; Perticone, Rigione, Scognamiglio; Kupisz, Vita, Laribi, Di Noia (27’st Sbrissa), Eguelfi; Gliozzi (21’st Cacia), Moncini (40’st Panico). A disp.: Agliardi, Melgrati, Mordini, Cascione, Fazzi, Schiavone, Maleh, Farabegoli, Setola. All. Camplone

VENEZIA (3-4-3): Russo (29’st Vicario); Andelkovic, Modolo, Domizzi; Zampano, Suciu, Bentivoglio, Del Grosso; Moreo (43’st Signori), Zigoni (35’st Marsura), Falzerano. A disp.: Barlocco, Stulac, Soligo, Fabiano, Pinato, Fabris, Cernuto. All.Inzaghi

ARBITRO: Fourneau di Roma

AMMONITI: Eguelfi, Kupisz

Non è tutto da buttare. Dopo un primo tempo molto positivo però era lecito aspettarsi un gol, che non è arrivato. Anzi, il Venezia rispettando lo spartito di Inzaghi ha continuato ad essere minaccioso con il frizzante Falzerano e ha creato maggiori pericoli del team di Camplone. Finalmente si è riscattato Fulignati, doppio intervento salvifico, mentre sono calati tutti gli altri. Cacia ha fatto il suo ingresso in campo quando ormai il ritmo era da balera del circolo terza età ARCI, quindi non è valutabile. Il prossimo appuntamento è sabato a Terni. Il clima rimane pesante in casa bianconera, ma alcuni segnali incoraggianti sono arrivati (fonte TuttoCesena.it)

Technorati Tags: , , , , , ,

Bari-Cesena 3-0

28 agosto 2017

Stadio San Nicola, lunedì 28 agosto 2017, ore 21. Prima giornata del campionato di serie B Conte.it

BARI (4-3-3): Micai; Capradossi, Tonucci, D’Elia; Basha, Galano (19′ st Brienza), Improta (42′ st Busellato), Salzano (36′ st Furlan); Tello, Miguel, Fiamozzi. De Lucia, Berardi, Cassani, Scalera, Marrone, Morleo,Iocolano, Floro Flores, Montini. All.: Grosso.

CESENA (3-5-2): Fulignati; Perticone, Ligi, Donkor (1′ st Cascione); Eguelfi, Crimi (29′ st Sbrissa), Laribi, Vita, Kupisz; Panico, Gliozzi (18′ st Moncini). A disp.: Agliardi, Bardini, Farabegoli, Setola, Mordini, Fazzi, Maleh, Schiavone. All.: Camplone.

ARBITRO: Sacchi di Macerata.

RETI: 38′ pt Improta, 14′ st Galano, 23′ st Tonucci.

AMMONITI: Cascione, Panico.

Technorati Tags: , ,

Cesena-Hellas Verona 0-0

19 maggio 2017

Cesena, Orgel Stadium Dino Manuzzi, giovedì 18 maggio 2017 ore 20,30. Quarantaduesima e ultima giornata del campionato di serie B Conte.it

Curva Mare a fine gara: “Ora via tutti”

CESENA (3-5-2): Bardini; Donkor, Rigione, Ligi; Setola (62′ Kone), Crimi, Laribi (56′ Schiavone), Garritano, Falasco; Rodriguez (77′ Akammadu), Ciano.
A disp.: Agazzi, Gasperi, Cavallari, Balzano, Capelli, Renzetti. All.: Camplone

H.VERONA (4-3-3): Nicolas; Pisano, Ferrari, Bianchetti, Souprayen; Fossati, Zuculini, Bessa (87′ Luppi); Romulo (79′ Troianiello), Pazzini, Siligardi (62′ Valoti).
A disp.: Coppola, Ganz, Zaccagni, Fares, Cappelluzzo, Caracciolo. All.: Pecchia

ARBITRO: La Penna di Roma

AMMONITI: 41′ Donkor. 61′ Siligardi

CESENA. Finisce con il Verona in Serie A che ha sofferto fino all’ultimo, finisce con la Curva Mare che espone un eloquente “ora via tutti” ma la cosa davvero importante è che sia finita. È finita una stagione maledetta, una stagione vissuta costantemente nei bassifondi, una stagione iniziata malissimo e solo parzialmente salvata da Camplone. Almeno stasera è finita e potremo iniziare a pensare al prossimo campionato… perché in fondo è questo il dovere di noi tifosi: c’è sempre una prossima stagione alle porte!

Technorati Tags: , , , ,

Trapani-Cesena 1-2

13 maggio 2017

Erice, stadio provinciale, sabato 14 maggio 2017 ore 18,30. Quarantunesima e penultima giornata del campionato di serie B Conte.it

L’esultanza di Ciano dopo il gol (Foto AC Cesena/LaPresse)

TRAPANI (4-3-1-2): Pigliacelli; Casasola, Pagliarulo, Legittimo, Rizzato; Maracchi (79′ Raffaello), Rossi, Barillà; Nizzetto (62′ Citro); Coronado, Manconi (70′ Jallow).
A disp.: Guerrieri, Daì, Curiale, Fazio, Ciaramitaro, Visconti. All.: Calori

CESENA (3-5-2): Agliardi; Donkor, Capelli (72′ Rigione), Ligi; Balzano, Garritano (62′ Kone), Laribi (76′ Schiavone), Crimi, Renzetti; Ciano, Rodriguez.
A disp.: Bardini, Perticone, Panico, Falasco, Setola, Di Roberto. All.: Camplone

MARCATORI: 20′ Ciano, 32′ Maracchi, 84′ Rodriguez

ARBITRO: Marinelli di Tivoli

AMMONITI: 25′ Barillà, 34′ Capelli, 74′ Agliardi

TRAPANI. ​La giornata che garantisce la Serie B 2017/2018 al Cesena è stata celebrata come meglio non si poteva. La vittoria corsara di Trapani, ottenuta per la verità con il minimo sindacale e senza troppi sforzi, mette nero su bianco come questa squadra avrebbe tranquillamente potuto concorrere alla volata play-off con qualche punto in meno lasciato per strada. La partita non è certamente esaltante e anche le prestazioni dei singoli non sono quelle destinate a rimanere negli occhi. Ciano dipinge calcio a fasi alterne, Rodriguez finisce il Trapani al momento giusto e Agliardi abbassa la clèr senza rilevanti sbavature: sono queste le scintille bianconere dell’estivo pomeriggio vissuto al “Polisportivo Comunale”. Dall’altra parte ci sono i probabili guai fisici di Capelli, sostituito intorno al minuto 70, e la piccola involuzione per Laribi, oggi insufficiente e irriconoscibile (fonte tuttoCesena.it)

Technorati Tags: , , , , , ,

Cesena-Novara 0-

7 maggio 2017

Cesena, stadio Dino Manuzzi, sabato 7 maggio 2017 ore 15. Quarantesima giornata, e diciannovesima di ritorno, del campionato di serie B Conte.it

Cesena e Novara a centrocampo (foto AC Cesena/Rega)

CESENA (3-5-2): Agliardi; Perticone, Capelli, Ligi (49′ st Vitale); Di Roberto (25′ st Kone), Crimi, Laribi, Garritano, Renzetti; Rodriguez, Cocco (34′ pt Panico). A disp.: Bardini, Rigione, Schiavone, Donkor, Setola, Cavallari. All.: Camplone.

NOVARA (3-5-2): Montipò; Lancini, Mantovani, Chiosa; Kupisz, Bolzoni (27′ st Troest), Selasi, Orlandi, Calderoni; Macheda (30′ st Nardi), Sansone (38′ st Lukanovic). A disp.: Benedettini, Di Mariano, Galabinov, Adorjan, Chajia, Koch, Lukanovic. All.: Boscaglia.

ARBITRO: Chiffi di Padova.

RETE: 37′ pt Macheda.

AMMONITI: Ligi, Montipò, Macheda, Calderoni, Lukanovic.

ESPULSO: 27′ st Bolzoni.

CESENA. Il Cesena perde in casa contro un Novara tutto catenaccio e contropiede: decide la rete di Macheda nel primo tempo. Nella ripresa gli ospiti non passano praticamente mai la metà campo ma un super Montipò, portiere di riserva di Boscaglia, compie tantissimi miracoli e punisce un Cesena sciupone. Nell’ultimo quarto d’ora tutto il Manuzzi resta incollato alla radio per i risultati dagli altri campi, con il Latina in vantaggio al Rigamonti e il Trapani sotto col Frosinone. Proprio nel finale, mentre Rodriguez solo davanti a Montipò si fa negare il gol del pareggio, arriva la ferale notizia del pari besciano di Caracciolo. La salvezza matematica è rimandata e ora il Cesena è atteso da due partite difficilissime: la trasferta di Trapani e l’ultima in casa col Verona. (fonte TuttoCesena.it)

Technorati Tags: , , , ,

Cittadella-Cesena 2-3

30 aprile 2017

Cittadella, stadio Tombolato, sabato 29 aprile 2017 ore 15.  Trentanovesima giornata, e diciottesima di ritorno, del campionato di Serie B Conte.it

Cesenati al Tombolato (Foto AC Cesena/La Presse)

CITTADELLA (4-3-1-2): Alfonso; Salvi, Pelagatti, Varnier (64′ Scaglia), Martin; Valzania, Iori, Bartolomei; Chiaretti; Arrighini, Litteri (5′ Kouame (75′ Iunco)).
A disp.: Paleari, Schenetti, Pedrelli, Pasa, Paolucci, Vido. All.: Venturato

CESENA (3-5-2): Agliardi, Perticone, Capelli (46′ Donkor), Ligi; Di Roberto; Crimi, Laribi, Garritano (81′ Kone), Falasco; Rodriguez (70′ Cocco), Ciano.
A disp.: Bardini, Schiavone, Balzano, Panico, Vitale, Renzetti. All.: Camplone

MARCATORI: 26′ Ligi, 37′ Arrighini, 50′ Rodriguez, 80′ Ciano, 86′ Chiaretti

ARBITRO: La Penna di Roma 1

AMMONITI: 42′ Laribi, 65′ Rodriguez, 78′ Falasco, 93′ Ciano, 93′ Valzania

CITTADELLA. Quarantanove punti, undicesima vittoria stagionale (decima di Camplone) e salvezza quasi raggiunta. Il Cesena ormai è una macchina da guerra e raccoglie il settimo risultato consecutivo, ovvero la quarta vittoria nelle ultime cinque gare. Roba da mangiarsi le mani per quel girone d’andata condotto a ritmo da retrocessione.

La partita tra due quadre in ottimo stato di forma è bella e vede subito un rigore a favore dei padroni di casa con Agliardi che ipnotizza l’ex Manuel Iori. Ci pensa Ligi, terzo gol stagionale e secondo consecutivo a portare in vantaggio il Cesena ma Arrighini trova il parecchio dopo poco più di dieci minuti. Si decide tutto nella ripresa, dopo che i romagnoli hanno perso Capelli per probabili guai fisici. Al minuto 50 Ciano offre una splendida palla a Rodriguez che la scaglia di rabbia in rete mentre a 10′ da termine un contropiede bellissimo viene finalizzato in rete da una magia di Ciano. Sembra finita invece il Citta accorcia con Chiaretti ma ormai non c’è più tempo: il Cesena festeggia i tre punti e forse qualcosa in più…

Technorati Tags: , , , , , , ,

Cesena-Benevento 4-1

25 aprile 2017

Cesena, stadio Dino Manuzzi Orogel Stadium, martedì 25 aprile 2017 ore 18. Trentottesima giornata, e diciassettesima di ritorno, del campionato di serie B Conte.it

Ciano gol (foto AC Cesena/Rega)

CESENA (3-5-2): Agliardi; Perticone, Capelli, Ligi; Balzano (79′ Rodriguez), Crimi, Laribi, Garritano (71′ Vitale), Falasco; Ciano (76′ Di Roberto), Cocco.
A disp.: Bardini, Schiavone, Gasperi, Panico, Donkor, Setola. All.: Camplone

BENEVENTO (4-2-3-1): Cragno; Venuti, Camporese (89′ Padella), Lucioni, Pezzi; Chibsah, Buzzegoli (14′ Viola); Ciciretti (79′ Matera), Falco, Eramo; Puscas.
A disp.: Gori, Pajax, Gyamfi, De Falco, Brignola, Rutjens. All.: Baroni

MARCATORI: 49′ Crimi, 54′ Ligi, 57′ Laribi, 68′ Ciano, 89′ Chibsah

ARBITRO: Nasca di Bari

AMMONITI: 31′ Ligi, 36′ Balzano, 45′ Viola, 59′ Venuti, 64′ Cocco, 92′ Pezzi

CESENA. No, non avete letto male il tabellino: hanno segnato sia Ligi che Laribi. Nella stessa partita. incredibile, vero? Ok, partiamo dall’inizio e da un Filippo Falco che voleva far di tutto per far pentire i bianconeri per averlo scaricato in estate. Una traversa (superiore) e qualche bella giocata. Poi un paio di parate di Agliardi e un primo tempo sostanzialmente più favorevole agli ospiti. Nella ripresa poi il Cesena inizia a correre forte e il Benevento va in tilt. Sale in cattedra Ciano: palla col contagiri per l’inserimento di Crimi che beffa Cragno facendogli passare la palla sotto le braccia. Nemmeno cinque minuti che su angolo di Ciano arriva il gol di Ligi. Ospiti sotto schock e Laribi trova il tris prima che Ciano si sola la soddisfazione di siglare il poker: nel finale solito errore di Agliardi e Chibsah di testa mette a segno il gol della bandiera. Manca ancora una vittoria per la salvezza che mai come ora appare ad un passo: già, ma l’ultimo passo passo è sempre il più difficile e il più lungo.

Technorati Tags: , , , , , , , , ,