Archivio di 'Campionato'

Hellas Verona-Cesena 3-0

31 dicembre 2016

Verona, stadio Bentegodi, venerdì 30 dicembre 2016 ore 20,30: ventunesima, ed ultima di andata, giornata del campionato di serie B Conte.it

HELLAS VERONA (4-3-3): Nicolas; Pisano, Bianchetti, Boldor, Souprayen; Zaccagni (80′ Troianiello) , Fossati, Romulo; Bessa (70′ Gomez), Pazzini, Siligardi (64′ Valoti).
A disp.: Coppola, Ganz, Luppi, Maresca, Fares, Cappelluzzo. All.: Pecchia. 

CESENA (4-3-3): Agliardi; Balzano (67′ Rigione), Perticone, Ligi, Renzetti; Cinelli, Schiavone (73′ Laribi), Kone; Garritano, Djuric, Ciano (67′ Rodriguez).
A disp.: Agazzi, Panico, Falasco, Vitale, Setola, Di Roberto. All.: Camplone. 

MARCATORI: 20′ Bessa, 28′ Pazzini, 61′ Boldor

ARBITRO: Chiffi di Padova

AMMONITI: 19′ Ciano, 22′ Fossati, 59′ Ligi

VERONA. Il Cesena entra in campo già sconfitto. Probabilmente stava 3-0 già sin da prima del fischio d’inizio e la partita è stata una mera formalità. Due seconde palle, tra il ventesimo e il ventottesimo, sono state sufficienti ai padroni di casa per mettere la partita in ghiaccio.

Il Cesena, come di consueto in trasferta, è risultato non pervenuto. Ci ha provato Djuric, ci ha provato Ciano e poi basta. Fine delle trasmissioni. Troppo poco, troppo brutto, troppo tutto.

Il 2016 era iniziato con una sconfitta rabbiosa, a Brescia, e termina con una sconfitta rassegnata, a Verona. È la metafora dell’anno bianconero: sconfitta per sconfitta, si è persa anche la capacità di lottare.

Buon 2017. Sperando in una salvezza che sarebbe davvero miracolosa.

Cesena-Trapani 2-1

25 dicembre 2016

Cesena, Orogel Stadium Dino Manuzzi, sabato 24 dicembre 2016 ore 15. Ventesima giornata del campionato di serie B Conte.it

curva_mare

La coreografia della Curva Mare per i 35 anni delle WSB

CESENA (4-3-3): Agliardi; Setola, Perticone, Ligi, Renzetti; Kone, Schiavone, Cinelli (77′ Vitale); Di Roberto (65′ Panico), Djuric, Garritano (88′ Rigione). 
A disp.: Agazzi, Filippini, Falasco, Laribi, Cascione, Rodriguez. All.: Camplone

TRAPANI: (5-3-2): Farelli; Fazio (72′ Canotto), Casasola, Kresic, Legittimo, Rizzato; Scozzarella, Colombatto (52′ Ciaramitaro), Coronado; Petkovic, De Cenco (30′ Nizzetto). 
A disp.: Ferrara, Daì, Figliomeni, Balasa, Machin, Visconti. All.: Calori

MARCATORI: 23′ Kone, 44′ Garritano, 60 Rizzato, 92′ Djuric

ARBITRO: Abbattista di Molfetta

AMMONITI: 48′ Colombatto, 63′ Rizzato, 90 Casasola

CESENA. Bello non lo è stato ma i tre punti sono ugualmente arrivati. E chissenefrega se alla fine Camplone ha tolto un attaccante, Di Roberto, per inserire il quinto difensore per salvaguardare il risultato, in quel momento ancora fermo sul 2-1. Una volta era considerato peccato capitale, roba che fanno solo i catenacciari e non gli amanti del bel gioco.

Non è comunque l’ora delle polemiche: contro il Trapani occorreva vincere e il Cesena ha conquistato i tre punti. Lo ha fatto con Kone che ha messo in rete di testa un cross di Renzetti e con Garritano che ha respinto in rete una conclusione terminata sul palo di Di Roberto. Nel mezzo c’è il gol del provvisorio 2-1 siciliano e nel finale Djuric, su iniziativa di Kone, chiude la partita.

Fine delle trasmissioni. Quattro vittorie su quattro partite al Manuzzi sotto la guida di Camplone, che fanno il paio con le quattro sconfitte in altrettanto trasferte maturate dal tecnico abruzzese. La media è di 1,5 punti a partita, quel tanto che basta per trascorrere finalmente il Natale fuori dalla zona retrocessione.

 

Technorati Tags: , , , , ,

Novara-Cesena 3-1

18 dicembre 2016

Novara, stadio Silvio Piola, sabato 17 dicembre 2016 ore 15. Diciannovesima giornata del campionato di serie B Conte.it

img_1120

Cesenati a Novara (Foto AC Cesena/Luigi Rega)

NOVARA (3-5-2): Da Costa; Troest, Mantovani, Scognamiglio; Dickmann, Faragò, Viola (85′ Di Mariano), Casarini, Calderoni; Galabinov (89′ Lukanovic), Sansone (72′ Kupisz). 
A disp.: Benedettini, Badje, Adorjan, Selasi, Koch, Romagna. All.: Boscaglia

CESENA (4-3-3): Agazzi; Balzano, Rigione, Ligi, Renzetti; Kone (61′ Cinelli), Schiavone (83′ Vitale), Laribi (67′ Rodriguez); Ciano, Djuric, Garritano.
A disp.: Agliardi, Perticone, Panico, Falasco, Setola, Di Roberto. All.: Camplone

MARCATORI: 21′ Sansone, 39′ Scognamiglio, 41′ Calderoni, 81′ Garritano

ARBITRO: Di Paolo di Avezzano

AMMONITI: 24′ Ciano, 33′ Kone, 47′ Ligi, 51′ Balzano, 78′ Scognamiglio

NOVARA. Disastro è la parola del giorno. Il commento più appropriato arriva da Marco Manuzzi che su TuttoCesena osserva: "Dieci trasferte: 3 pareggi e 7 sconfitte. Da diciotto mesi il Cesena soffre di una strana sindrome della doppia personalità, immune da qualsiasi cura tattica, atletica o di leadership. A fine gara Camplone ha stazionato in mezzo al campo per qualche secondo… da solo. A riflettere. A chiedersi il perchè di tutto questo. E la risposta, probabilmente, non la conosce nessuno". È proprio così. Cesena bipolare.

Dopo la rete di Sansone il Cesena vorrebbe provare a far qualcosa ma Agazzi lo tradisce. Il portiere bianconero, diventato padre appena poche ore prima del fischio d’inizio del match, perde palla in uscita e consente a Scognamiglio di mettere a segno a porta vuota. Passano due minuti e Calderoni lo beffa dalla distanza sul suo palo.

Nella ripresa il Cesena fa qualcosa in più ma solo perché il Novara si accontenta. Male, malissimo anzi disastro.

 

Technorati Tags: , , , ,

Cesena-Cittadella 3-0

11 dicembre 2016

Cesena, Stadio Dino Manuzzi Orogel, sabato 10 dicembre 2016 ore 15. Diciottesima giornata del campionato di serie B Conte.it.

6e3a8334

Cesena-Cittadella, Curva Mare (Foto AC Cesena/Luigi Rega)

CESENA (4-3-3): Agazzi; Balzano, Rigione, Ligi, Renzetti; Cinelli, Schiavone, Laribi (52′ Vitale); Ciano (87′ Panico), Djuric, Dalmonte (39′ Garritano). All.: Camplone
A disp.: Agliardi, Perticone, Rodriguez, Falasco, Setola, Di Roberto.

CITTADELLA (4-3-1-2): Alfonso; Salvi, Scaglia (64′ Pelagatti), Pasa, Martin; Valzania (64′ Schenetti), Iori, Paolucci; Lora; Litteri, Strizzolo (57′ Arrighini). All.: Venturato
A disp.: Paleari, Benedetti, Schenetti, Pedrelli, Maniero.

MARCATORI: 56′ Ciano, 60′ Garritano, 90′ Djuric

ARBITRO: Sacchi di Macerata.

AMMONITI: 28′ Valzania, 33′ Laribi, 53′ Martin.

CESENA. Tre su tre: in casa il Cesena di Camplone non sbaglia. Numeri impressionanti per una squadra da bassa classifica: in tre gare sono arrivati 8 gol all’attivo, zero al passivo e soprattutto 9 punti. Sarebbe sufficiente iniziare a raggranellare qualcosa lontano dal Manuzzi per guardare con più tranquillità al futuro.

Dopo un primo tempo bruttino Camplone rileva Laribi (spento) per Garritano e da quel momento il Cesena sale in cattedra. Romagnoli in vantaggio con gol di rapina di Ciano poi è lo stesso Garritano a trovare un bellissimo 2-0 mentre nel finale Panico serve a Djuric la rete del definitivo 3-0.

C’è da lavorare, come sempre, ma qualcosa si sta muovendo, qualcosa sta nascendo in questo Cesena. Che siano solo fuochi fatui o qualcosa di grosso… beh lo scopriremo alla prossima trasferta!

Technorati Tags: , , , ,

Benevento-Cesena 2-1

5 dicembre 2016

Benevento, stadio Vigorito, lunedì 5 dicembre 2016 ore 20,30. Diciassettesima giornata del campionato di serie B Conte.it

BENEVENTO (4-3-2-1): Cragno, Gyamfi, Padella (5′ st Camporese), Lucioni, Pezzi (32′ st Venuti), Chibsah, Buzzegoli (41′ st De Falco), Del Pinto, Ciciretti, Falco, Ceravolo. A disp: Gori, Cissè, Puscas, Jakimovski, Donnarumma, Rutjens Oliva. All. Baroni.

CESENA (4-3-3): Agazzi, Balzano, Rigione, Ligi, Renzetti, Kone, Schiavone, Laribi (28′ st Cinelli), Ciano (18′ st Garritano), Djuric, Dalmonte (33′ st Di Roberto). A disp: Agliardi, Perticone, Rodriguez, Falasco, Vitale, Setola. All.: Camplone.

ARBITRO: La Penna di Roma.

RETI: 16′ pt Djuric, 43′ pt Chibsah, 39′ st Ciciretti.

AMMONITI: Lucioni, Schiavone, Larini, Rigione, Kone, Ciciretti, Ceravolo, Del Pinto.

BENEVENTO. Altro giro, altro regalo: nuova beffa che distrugge psicologicamente un Cesena gagliardo ma per nulla cinico. I bianconeri passano per primi in vantaggio, subiscono un beffardo pareggio (sospetto di fuorigioco) e nel secondo tempo, quando provano di nuovo a vincerla, subiscono la giocata vincente di Ciciretti. Game over.

È la stessa storia ammirata a Brescia e Frosinone: non basta fare meglio, serve personalità e soprattutto tanto cinismo per sfondare la porta. Il Cesena ha paura di tirare, vuole entrare in porta con la palla, mentre gli avversari ci provano sempre: alla fine hanno ragione loro.

Ci sarà da soffrire, e pure tanto. Camplone sta mettendo a posto le cose dal punto di vista dell’impianto di gioco ma la cattiveria, beh quella non si compra certo al supermercato.

Technorati Tags: , , , , ,

Cesena-Avellino 3-0

26 novembre 2016

Cesena, stadio Dino Manuzzi Orogel, sabato 26 novembre 2016 ore 15. Sedicesima giornata del campionato di serie B Conte.it

img_3451

Djuric dopo il gol dell’1-0 (Foto AC Cesena/Luigi Rega)

CESENA (4-3-3): Agliardi; Balzano, Rigione, Ligi, Renzetti; Kone (83′ Vitale), Cascione (60′ Schiavone), Laribi; Ciano, Djuric, Dalmonte (71′ Garritano).
A disp.: Agazzi, Perticone, Rodriguez, Setola, Falasco, Di Roberto. All.: Camplone

AVELLINO (4-3-3): Radunovic; Gonzales, Djmisti, Perrotta, Asmah; D’angelo, Paghera (8′ pt Omeonga), Crecco; Belloni (46′ Castaldo), Mokulu, Bidaoui (73′ Camarà).
A disp.: Frattali, Diallo, Lasik, Donkor, Jidayi, Ardemagni. All.: Napoli

MARCATORI: 18′ Djuric, 69′ Dalmonte, 85′ Ciano

ARBITRO: Illuzzi di Molfetta

AMMONITI: 42′ Perrotta, 54′ D’Angelo.

CESENA. Tre gol per ripartire. Sei punti in due partite consecutive al Manuzzi: tra Pisa ed Avellino il parziale è di cinque reti segnate e zero subite. È un altro Cesena rispetto a quello visto in trasferta ma è anche un altro Cesena rispetto a quello di Drago che ormai ci aveva abituato a fallire questi appuntamenti.

L’Avellino parte con undici uomini dietro la palla ma ci pensa Djuric a sbloccare la gara con un colpo di biliardo dall’interno dell’area di rigore. Gli Irpini accusano il colpo e per tutto il primo tempo faticano a colpire, senza però che i padroni di casa riescano a chiudere la gara. 

La ripresa inizia con Castaldo che sfiora il pareggio e Agliardi  che compie un vero e proprio miracolo nell’opporsi al tiro del campano. Poi Dalmonte se ne va in azione solitaria e mette la partita in ghiaccio: bellissimo il suo 2-0. Nel finale c’è gloria anche per Ciano (quest’anno segna quasi solo eurogol) e persino Garritano (entrato proprio al posto di Dalmonte un secondo dopo il gol: il cambio era già stato chiamato) sfiora il poker.

Finisce così, con tutto il tridente a segno e con un sabato finalmente sereno.

 

Technorati Tags: , , , , ,

Spezia-Cesena 1-0

20 novembre 2016

La Spezia, stadio Picco, sabato 19 novembre 2016 ore 15. Quindicesima giornata del campionato di serie B Conte.it

SPEZIA (4-3-3): Chichizola; De Col, Valentini N., Terzi, Migliore; Maggiore (81′ Deiola), Sciaudone, Vignali; Piccolo (73′ Mastinu), Granoche, Okereke (56′ Baez).
A disp.: Valentini A., Ceccaroni, Datkovic, Tamas, Galli, Cisotti. All.: Di Carlo

CESENA (4-3-3): Agliardi; Setola, Rigione, Ligi, Renzetti; Kone (73′ Cinelli), Cascione, Laribi; Ciano (87′ Di Roberto), Rodriguez (63′ Djuric), Garritano.
A disp.: Bardini, Cinelli, Balzano, Vitale, Dalmonte, Wolski, Cavallari. All.: Camplone

ARBITRO: Manganiello di Pinerolo.

MARCATORE: 65′ Sciaudone

AMMONITI: 14′ Vignali, 37′ Cascione, 80′ Cinelli, 90′ Laribi, 93′ Granoche

LA SPEZIA. No, così non va. Sarà la forma fisica scadente, sarà il lavoro pesante che imposto in settimana – e sin dal suo arrivo – Andrea Camplone, ma il Cesena visto in Liguria è davvero una brutta squadra.

Mai capace di aggredire l’avversario, mai capace di creare azioni pericolose e solo in gradi di difendersi davanti all’area di rigore. Poi capita che Sciaudone indovini il gol della domenica e spezzi un equilibrio fin troppo precario.

CI si aspetterebbe una reazione da parte del Cesena che non arriva e la sostituzione di Rodriguez al 63′ per Djuric è il segnale della resa. Caro Cesena, nonostante l’esordio assoluto del giovane Setola (classe 1999) c’è ancora tanto, tantissimo da lavorare.

 

Technorati Tags: , , , ,

Cesena-Pisa 2-0

14 novembre 2016

Cesena, Stadio Dino Manuzzi, domenica 13 novembre 2016 ore 12,30. Anticipo della quattordicesima giornata del campionato di Serie B Conte.it

CESENA (4-3-3): Agliardi; Balzano, Capelli, Ligi, Falasco (87′ Filippini); Cinelli (68′ Laribi), Cascione, Kone; Dalmonte (76′ Di Roberto), Rodriguez, Ciano.
A disp.: Bardini, Perticone, Rigione, Panico, Setola, Wolski. All.: Camplone.

PISA (4-4-2): Cardelli; Crescenzi (36′ Del Fabro), Gulobovic, Lisuzzo, Longhi; Peralta (63′ Mannini), Verna, Di Tacchio, Sanseverino (79′ Gatto); Eusepi, Lores Varela.
A disp.: Ujkani, Avogadri, Montella, Lazzari, Fautario, Mudingayi. All.: Gattuso.

MARCATORE: 30’l 96′ Rodriguez

ARBITRO: Chiffi di Padova

AMMONITI: 16′ Kone, 66′ Gulobovic, 72′ Agliardi, 81′ Falasco, 86′ Cascione

img_3952

Alejandro Rodriguez (Foto AC Cesena/Luigi Rega)

CESENA. E dopo 65 giorni da quel Cesena-Carpi è finalmente tornata la vittoria in casa bianconera. La cura Camplone inizia a portare frutti. Per una volta il Cesena concede maggiormente il possesso palla agli avversari (52 a 48 le percentuali al novantesimo) ma termina senza subire reti (e quasi nessun tiro in porta). Una netta inversione di tendenza per una squadra che aveva abituato a subire almeno due reti nelle ultime uscite. 

Ci sarebbe da segnalare anche un Cascione rigenerato dal tecnico abruzzese ma i titoli di copertina vanno tutti naturalmente ad Alejandro Rodriguez, soprannominato "il vagabondo" a furor di popolo che interrompe un digiuno dalle reti in campionato durato oltre un anno. Chissenefrega se è vagabondo, finché segna gol del genere gli è concesso (quasi) tutto. Il catalano mantiene una media gol straordinaria in relazione ai pochissimi minuti giocati: occorre però dargli fiducia. In una sola partita ha segnato in pratica gli stessi gol di Djuric in questo primo quarto di campionato. 

 Buona la prima in casa: il cammino però è ancora lunghissimo.

Technorati Tags: , , ,

Brescia-Cesena 3-2

5 novembre 2016

Brescia, stadio Rigamonti, venerdì 4 novembre 2016 ore 20,30. Anticipo della tredicesima giornata del campionato di serie B Conte.it

6e3a7762

Cesenati a Brescia. Foto AC Cesena.

BRESCIA (4-3-1-2): Minelli; Unterssee, Somma, Calabresi, Coly (37′ Rossi); Pinzi, Bisoli, Martinelli; Ndoj (76′ Rosso); Caracciolo (73′ Sbrissa), Torregrossa.
A disp. Arcari, Lancini, Crociata, Vassallo, Modic, Fontanesi. All. Brocchi

CESENA (4-3-3): Agazzi; Balzano, Perticone, Ligi, Falasco; Cinelli (63′ Laribi), Cascione, Kone; Ciano, Djuric (82′ Rodriguez), Garritano (63′ Dalmonte). A disp. Agliardi, Filippini, Rigione, Capelli, Di Roberto, Wolski. All. Camplone

ARBITRO: Ghersini di Genova.

MARCATORI: 13′, 20′ Torregrossa, 66′, 75′ (r) Ciano, 84′ Martinelli

AMMONITI: 45′ Martinelli, 59′ Cascione, 81′ Djuric, 83′ Untersee, 91 Rodriguez

BRESCIA. Qualcosa forse è cambiato. Balzano finalmente sgroppa sulla fascia, Ciano segna un gol da cineteca e si procura e trasforma il rigore del 2-1, Cascione e Kone comandano a centrocampo: tutte novità dell’era Camplone. Qualcosa però non è cambiato: gran partita del Cesena ma amnesie difensive come se piovesse e come a Frosinone fanno festa i padroni di casa. E la Romagna torna a casa con zero punti.

A questo punto è vietato parlare di sfortuna bensì è tempo di fare seria autocritica: ci sono giocatori, a partire dalla coppia Ligi-Falasco, che il campo dovrebbero vederlo il meno possibile. Camplone però ha dimostrato di saperci fare e si sono viste già parecchie novità.

È dura accettare una simile sconfitta, molto dura. Ma si deve andare avanti. C’è una salvezza da conquistare, come obiettivo minimo.

Technorati Tags: , , ,

Frosinone-Cesena 2-1

29 ottobre 2016

Frosinone, stadio Matusa, sabato 29 ottobre 2016 ore 15. Dodicesima giornata del campionato di Serie B Conte.it

Foto Alfredo Falcone - LaPresse29/10/2016 Frosinone ( Italia)Sport CalcioFrosinone - CesenaCampionato di Calcio Serie B 2016 2017 - Stadio Matusa di FrosinoneNella foto:dragoPhoto Alfredo Falcone - LaPresse29/10/2016 Frosinone (Italy)Sport SoccerFrosinone - CesenaItalian Football Championship League B 2016 2017 - Matusa Stadium of FrosinoneIn the pic:drago

Ultima di Drago a Frosinone (Foto AC Cesena)

FROSINONE (4-4-2): Bardi; Ciofani, Brighenti, Pryma, Mazzotta (69′ Crivello); Paganini, Sammarco, Frara (46′ Gori), Soddimo (83′ Kragl); Ciofani, Dionisi.  All.: Marino.
A disp.: Zappino, Gucher, Ariaudo, Volpe, Cocco, Churko.

CESENA (4-3-1-2): Agazzi; Balzano, Rigione, Ligi, Falasco; Kone, Cascione, Cinelli (76′ Vitale); Laribi (86′ Garritano); Ciano (74′ Rodriguez), Djuric. All.: Drago.
A disp.: Agliardi, Perticone, Filippini, Panico, Dalmonte, Di Roberto.

ARBITRO: Pasqua di Nocera Inferiore

RETI: 19′ Paganini, 54′ Ciano, 72′ Ciofani

AMMONITI: 30′ Frara, 37′ Dionisi, 55′ Sammarco, 69′ Kone, 71′ Ciano, 87′ Pryma

ESPULSO: 85′ Vitale

FROSINONE. Signori, si scende. O meglio, Massimo Drago, si scende. L’avventura al Cesena è finita qui. A nemmeno sei mesi dall’eliminazione ai play-off per mano dello Spezia, termina il sogno del bel gioco, dei punti conquistati attraverso belle prestazioni e svaniscono tante illusioni. 

Ironia della sorte l’ultima sconfitta è arrivata in occasione della miglior prestazione stagionale in trasferta del Cesena, che per oltre un’ora ha chiuso il Frosinone nella propria metà campo. Ma vuoi per gli errori sotto posta di Djuric, vuoi per un’atavica incapacità di fare gol generalizzata, i laziali hanno vinto con il minimo sforzo. È bastata un’incursione al 19′ sulla corsia di Falasco con palla in mezzo e Paganini che (si ripete) e segna di testa e, nel finale, la traversa che restituisce palla sui piedi di Ciofani liberissimo di mettere in rete il gol vittoria. In mezzo tanto Cesena, il meritato pareggio di Ciano e basta. Poi l’entrata di Vitale, i 9 minuti, il doppio giallo e la fine di tutto. Anche dell’era Drago.

Technorati Tags: , , , , , ,