Montegiorgio-Cesena 1-2

Monte San Giusto, Stadio Villa San Filippo, domenica 2 dicembre 2018 ore 14,30. Quindicesima giornata del campionato di serie D, girone F.

Bronx Vigne al Villa San Filippo

MONTEGIORGIO (3-5-2): Perfetti; Biasol, Passalacqua, De Lucia: Ciarmela (20′ st Calamita), Mariani, Vita, Del Moro (39′ st Tirabassi), Sbarbati (12′ st Marchionni): Albanesi, Pellizzi. D disp.: Monachesi, Scipioni, Vecchione, Zanocchia, Ghiani, Ferranti. All: Paci

CESENA (4-2-3-1): Agliardi 6; Ciofi 6, Viscomi 6, Benassi 6,5, Valeri 7,5; De Feudis 6,5, Campagna 5; Tola 6 (29′ st Tonelli 6,5), Andreoli 5,5 (33′ st Casadei 5,5), Capellini 6 (19′ st Fortunato 7); Alessandro 5. A disp.: Sarini, Poggi, Cola, Gori, Pastorelli, Casadei, Noce. All.: Angelini 6.

ARBITRO: Jacopo Bertini di Lucca. Assistenti: Domenico Castro e Lorenzo Giuggioli di Grosseto

RETI: 3′ st Capellini (C), 26′ st Marchionni (M), 28′ st Fortunato (C)

NOTE: ammoniti Pellizzi (M), Valeri (C), Ciarmela (M), Del Moro (M), Agliardi (C), Albanesi (C)

Dopo tanta jella con Pineto e Campobasso, serviva un debutto Fortunato. E’ un gol del neoacquisto infatti a regalare la vittoria al Cesena dopo due passi falsi. E per come si era messa non era un risultato scontato: passati in vantaggio con un tap in di Capellini infatti i bianconeri si erano fatti raggiungere dall’unico tiro in porta del Montegiorgio. Una prodezza su cui Agliardi nulla ha potuto. Mentre già si stava maledicendo la sorte e ci si attendeva una replica della partita coi molisani, Tola, lo sciagurato Tola che contro il Campobasso si era mangiato di tutto, si inventa una prodigiosa discesa sulla destra, mette al centro, il portiere respinge corto e Jacopo Fortunato, entrato da poco, appoggia comodamente in rete per il suo decimo centro stagionale, il primo con la maglia bianconera. Una rete preziosissima di questo centrocampista offensivo che si è trasformato in bomber e che serviva come il pane al Cavalluccio orfano del suo capocannoniere Ricciardo. L’infortunio dell’attaccante siciliano e la squalifica di Tortori hanno ancora una volta messo in luce la mancanza di precisione sotto porta: troppe le occasioni sbagliate. Ma oggi questo aspetto conta relativamente, quello che è importante sono i tre punti. Tre punti il cui valore magicamente raddoppia dato che la capolista Matelica è stata battuta dalla Jesina per 1-0 nel cosiddetto derby del Verdicchio. Adesso il Cesena è a 4 lunghezze dalla vetta e la fine del campionato, che solo 24 ore fa sembrava imminente, appare improvvisamente lontana… (fonte TuttoCESENA.it)

Gli altri risultati: Campobasso-Agnonese 2-2; Pineto-Castelfidardo 2-0; Forlì-S.N. Notaresco 0-0; Isernia-Avezzano 2-1; Jesina-Matelica 1-0; Recanatese-Francavilla 1-1; ​​​​​​​Santarcangelo-Sangiustese 0-1; Savignanese-Sammaurese 0-1; Vastese-Giulianova 0-1.

La classifica:  Matelica 36, Cesena 32, Sangiustese 28, S.N. Notaresco 27, Recanatese 25, Pineto 25, Giulianova 23, Francavilla e Sammaurese 22, Savignanese 20, Santarcangelo 18, Vastese 17, Jesina e Isernia 14, Montegiorgio e Agnonese 13, Forlì e Castelfidardo 12, Avezzano e Campobasso 11. 

Technorati Tags: , , , , , ,