Santarcangelo-Cesena 0-4

Santarcangelo, stadio Valentino Mazzola, sabato 20 ottobre 2018 ore 15. Settima giornata del campionato di serie D, girone F.

La rovesciata di Ricciardo (foto Cesena FC?Rega)

CESENA (4-2-3-1) Agliardi; Noce, Ciofi, Benassi, Valeri (27′ st Andreoli); Tola, De Feudis (31′ st Gori); Campagna (25′ st Poggi), Tortori, Alessandro (29′ st Casadei); Ricciardo (19′ st Capellini). A disp: Sarini, Cola, Pastorelli, Bisoli. All: Angelini

SANTARCANGELO (4-2-3-1) Battistini; Corvino (40′ st Aristei), Maini, Bondioli, Broli (22′ st Guidi); Cascione, Dhamo (40′ Pigozzi); Peroni (20′ st Fuchi), Galeotti (7′ st Mancini), Cinque; Falomi. A disp: Moscatelli, Guglielmi, Fusi, Nasini. All: Galloppa

ARBITRO: Stefano Campagnolo di Bassano del Grappa. Assistenti: Colonna e Marchetti.

RETI: 13′ pt Ricciardo (C), 33′ pt Ricciardo (C), 45′ pt Ricciardo (C), 24′ st Capellini (C)

NOTE: ammoniti Cascione (S), Campagna (C)

Il poker al Santarcangelo dimostra che questo Cesena non è un bluff. Dopo la squillante vittoria sul Francavilla arriva un ancor più convincente successo nel derby del Mazzola. Il Santarcangelo è spazzato via (con rovesciata da magic moments) già nel primo tempo dalla tripletta di Ricciardo. Nella ripresa il Cavalluccio bada soprattutto ad amministrare concedendosi qualche accelerata ogni tanto come ad esempio quella che porta al gol di Capellini. Se il risultato è del tutto merito del Cesena o in qualche modo è stato favorito dalle lacune del Santarcangelo, sarà solo il tempo a dirlo. Quel che è certo è che oggi in avanti si è vista un’ottima intesa fra Tortori, Alessandro e Ricciardo. Il primo corre molto e fa il lavoro sporco, il secondo suggerisce, il terzo finalizza ma i ruoli sono interscambiabili.  Buona anche la prova di Tola al posto dello squalificato Biondini. I presupposti per guardare al futuro con ottimismo, anche se le dirette rivali alla promozione hanno vinto, ci sono tutti.

Technorati Tags: , , , , ,