Virtus Entella-Cesena 2-2

Chiavari, stadio Comunale, sabato 4 novembre 2017 ore 15. Tredicesima giornata del campionato di serie B Conte.it

Cesenati a Chiavari (foto Marco20Miglia)

VIRTUS ENTELLA (4-3-1-2): Iacobucci; Belli, De Santis, Benedetti, Brivio; Eramo (11′ st Diaw), Troiano, Crimi (34′ st Palermo); Nizzetto; La Mantia, De Luca (44′ st Baraye). A disp.: Paroni, Massolo, Ardizzone, Cleur, Di Paolo, Alluci, Carvalho, Currarino. All.: Castorina.

CESENA (4-4-2): Fulignati; Donkor (18′ pt Rigione), Scognamiglio, Esposito, Fazzi; Kupisz (34′ st Cascione), Di Noia, Schiavone, Dalmonte; Jallow (25′ st Kone), Laribi. A disp.: Melgrati, Mordini, Gliozzi, Moncini, Panico, Maleh, Vita, Sbrissa, Setola. All.: Castori.

ARBITRO: DI Paolo di Avezzano.

RETI: 6′ pt e 37′ pt Jallow, 41′ pt La Mantia, 21′ st Diaw.

Il cielo condanna il Cesena. Sono infatti le palle alte il tallone d’Achille di una squadra estremamente cinica, come al solito attendista, come il Cesena, brava a portarsi in vantaggio di due reti nel primo tempo. La Mantia prima, e Diaw nella ripresa, riacciuffano però i bianconeri dopo una lunga pressione dei padroni di casa (per la verità piuttosto sterile). La Virtus Entella avrebbe potuto fare gol solo così o su rigore (degni di nota i tanti tentativi di simulazione dei padroni di casa): giornata davvero no per Scognamiglio e gli altri centrali, sistematicamente sovrastati. La cattiva notizia è il doppio vantaggio sprecato: quella buona è il punto conquistato, perchè in altri tempi questa la si sarebbe persa (fonte: tuttoCesena.it). 

Technorati Tags: , , , , , ,