Carpi-Cesena 2-1

Carpi, stadio Cabassi, sabato 14 ottobre 2017 ore 15. Nona giornata del campionato di serie B Conte.it

CARPI (3-5-2): Colombi;  Poli, Capela, Ligi; Pachonik, Verna, Sabbione, Jelenic (40′ st Brosco), Pasciuti (4′ st Saric); Mbakogu, Nzola (23′ st Carletti). A disp.: Serraiocco, Vitturini, Anastasio, Romano, Giorgico, Saber, Belloni, Malcore, Yamga. All.: Calabro.

CESENA (4-4-1-1): Agliardi; Fazzi, Rigione, Esposito, Di Noia (35′ st Panico); Kupisz (28′ st Moncini), Kone, Schiavone (15′ st Vita), Dalmonte; Laribi; Jallow. A disp.: Fulignati, Melgrati, Perticone, Mordini, Eguelfi, Farabegoli, Setola, Sbrissa. All.: Castori.

ARBITRO: Pinzani di Empoli.

RETE: 3′ pt e 14′ pt Jelenic, 48′ st (aut.) Brosco.

AMMONITI: Fazzi, Jelenic, Poli, Di Noia, Carletti, Kone.

Non basta un autogol (tra l’altro viziato da un fallo di Moncini) arrivato in pieno recupero per salvare una partita persa dopo nemmeno un quarto d’ora, tempo sufficiente a Jelenic per bucare due volte la porta di Agliardi. Il Cesena paga due grosse sbavature della difesa e poi, nonostante in campo si comporti degnamente, non trova il gol che avrebbe riaperto la partita finchè è troppo tardi. Gli schemi di Castori si vedono ma il potenziale della squadra è troppo basso per rimediare alla doppia ingenuità iniziale. C’è poi il problema del gol: sarà dura fare gol.

Technorati Tags: , , , ,