Cesena-Spezia 1-0

Cesena, Orogel Stadium Dino Manuzzi, sabato 7 ottobre 2017 ore 20,30. Ottava giornata del campionato di serie B Conte.it

La Curva Mare saluta Castori (foto AC Cesena/Rega)

CESENA: (4-4-1-1) Agliardi; Perticone, Rigione, Esposito, Fazzi; Kupisz (35′ st Vita), Kone, Schiavone (30′ st Cascione), Dalmonte (42′ st Panico); Laribi; Jallow. A disp: Melgrati, Fulignati, Mordini, Eguelfi, Moncini, Maleh, Sbrissa, Farabegoli, Setola. All: Castori

SPEZIA: (3-5-2) Bassi; De Col, Terzi, Ceccaroni; Vignali, Maggiore, Bolzoni (27′ st Gilardino), Acampora (1′ st Soleri), Lopez; Marilungo (14′ st Mastinu), Granoche. A disp: Saloni, Giani, Forte, Augello, Calabresi, Okereke, Masi, Figoli, Giuliani. All: Gallo

ARBITRO: Marini di Roma. Assistenti: Colella di Crotone e Rossi di Rovigo. Quarto uomo: Chiffi di Padova

RETI: 32′ pt Schiavone (C)

NOTE: 11.342 spettatori di cui 1.897 paganti e 9.445 abbonati. Ammoniti Perticone (C), Lopez (S), Cascione (C), Maggiore (S)

Sette ottobre 2017: Fabrizio Castori ricomincia nel segno del tre. Per il terzo debutto sulla panchina bianconera si regala quei tre punti che nelle due precedenti occasioni erano mancati. Il mister di Tolentino risolleva morale e classifica del Cesena: vero che le avversarie giocano domani, ma intanto la scomoda ultima piazza adesso è occupata da altri. Non solo arriva la tanto sospirata vittoria dopo tre sconfitte umilianti e indecenti ma la porta resta inviolata. Anche se a livello tattico non ci si poteva aspettare rivoluzioni in pochi giorni, c’è da rilevare che la difesa è sembrata più attenta con la coppia Rigione-Perticone ad ottimi livelli. Il gioco latita per lunghi tratti della gara ma, guardando i numeri, nella ripresa il Cavalluccio avrebbe avuto almeno due nitide occasioni per chiudere la partita: una sprecata da Kone e l’altra con Laribi, il cui tiro è stato salvato sulla linea. Dello Spezia non ricordiamo molto, a parte una gran parta di Agliardi su testa di Ceccaroni. Anche le trame di gioco dei liguri non sono sembrate un granché. Quindi questo ‘cantiere-Cesena’ non ha rubato niente a nessuno e, nel frattempo, ha cominciato a mettere tre saldi mattoncini per le fondamenta. E’ stata una partita sofferta fino all’ultimo ma, in fondo, vincere così è più bello, vincere da castorizzati (fonte TuttoCESENA.it). 

Technorati Tags: , , , , , ,