Cesena-Ascoli 0-2

Cesena, Orogel Stadium Dino Manuzzi, domenica 24 settembre 0re 17,30. Sesta giornata del campionato di serie B Conte.it.

CESENA (3-5-2): Fulignati; Rigione, Esposito, Scognamiglio; Dalmonte (30′ st Sbrissa), Kone, Laribi, Di Noia (20′ st Fazzi), Mordini; Jallow (34′ st Gliozzi), Cacia. A disp.: Agliardi, Melgrati, Eguelfi, Schiavone, Moncini, Panico, Donkor, Kupisz,  Setola. All.: Camplone.

ASCOLI (4-3-3): Lanni; Mogos, Padella, Gigliotti, Mignanelli (22′ st Pinto); Carpani, Buzzegoli, Bianchi; Lores Varela, Favilli (45′ st Rosseti), Baldini. A disp.: Venditti, Ragni, De Santis, De Feo, Parlati, Addae, Cinaglia, Florio, Clemenza. All.: Fiorin.

ARBITRO: Illuzzi di Molfetta.

AMMONITI: Mordini, Padella, Di Noia, Gigliotti, Scognamiglio.

RETI: 39′ st Lores Varela, 42′ st Baldini.

Finisce qui, con l’ennesima umiliazione di questa stagione. Il Cesena non esiste, il Cesena non è squadra. Non c’è nulla da dire e soprattutto, cosa ancor più grave, non c’è praticamente nulla da sperare. La squadra di Camplone ha perso 2-0 in casa, ovvero piuttosto nettamente, con una delle più scarse squadre della serie B. Che soffrirà fino all’ultima giornata per non retrocere. Che invidia, beati loro (fonte: TuttoCesena.it).

Technorati Tags: , , , ,