Cesena-Vicenza 1-1

Cesena, stadio Dino Manuzzi Orogel, sabato 4 marzo 2017 ore 15. Ventinovesima giornata, e ottava di ritorno, del campionato di serie B Conte.it.

17097586_1472533909438043_4360733982261159684_o

Bisoli saluta la Curva Mare prima del calcio d’inizio

CESENA (3-5-2): Agazzi; Donkor, Rigione, Ligi; Di Roberto (59′ Laribi), Kone, Crimi (84′ Panico), Garritano, Renzetti; Cocco (75′ Rodriguez), Ciano.
A disp.: Agliardi, Gasperi, Falasco, Vitale, Capelli, Setola. All.: Camplone

VICENZA (4-2-3-1): Benussi ​(46’ Amelia); Zaccardo, Adejo, Esposito, Bianchi; Urso, Gucher; Orlando, Bellomo (70′ Giacomelli), Signori; De Luca.
A disp.: Dani, Cuppone, Doumbia, Perfection, Anzolin. All.: Bisoli

MARCATORI: 6′ Ciano, 45′ Orlando

ARBITRO: Di Martino di Teramo

 

AMMONITI: 34′ Ciano, 42′ Urso, 45′ De Luca, 77′ Zaccardo

CESENA. Vittoria, questa sconosciuta. Una sola ne ha conquistata il Cesena nel girone di ritorno. Nessuna il Vicenza dell’ex tecnico Pierpaolo Bisoli, ancora amatissimo e salutato calorosamente dalla Curva Mare e da tutto lo stadio. Inevitabile che anche questa sfida finisse in parità.

La partita è facile da riassumere: il Cesena passa subito in vantaggio con Ciano bravo a raccogliere una respinta di Pinsoglio su tiro di Garritano e a depositare in rete, poi i padroni di casa giocano con molta leziosità e non chiudono la partita. E così proprio allo scadere del primo tempo il Vicenza trova il pareggio sull’ennesima dormita della difesa romagnola: nella ripresa i vicentini si difendono anche con 10 uomini e il risultato non cambia.

Non servono a nulla gli ingressi (tardivi) di Rodriguez e Panico, non serve giocare con mille punte se poi manca la cattiveria (oltre ad un vero regista a centrocampo): così non si va da nessuna parte e anche la salvezza rischia di diventare un obiettivo più complicato del previsto da raggiungere.

Technorati Tags: , , , ,