Cesena-Pisa 2-0

Cesena, Stadio Dino Manuzzi, domenica 13 novembre 2016 ore 12,30. Anticipo della quattordicesima giornata del campionato di Serie B Conte.it

CESENA (4-3-3): Agliardi; Balzano, Capelli, Ligi, Falasco (87′ Filippini); Cinelli (68′ Laribi), Cascione, Kone; Dalmonte (76′ Di Roberto), Rodriguez, Ciano.
A disp.: Bardini, Perticone, Rigione, Panico, Setola, Wolski. All.: Camplone.

PISA (4-4-2): Cardelli; Crescenzi (36′ Del Fabro), Gulobovic, Lisuzzo, Longhi; Peralta (63′ Mannini), Verna, Di Tacchio, Sanseverino (79′ Gatto); Eusepi, Lores Varela.
A disp.: Ujkani, Avogadri, Montella, Lazzari, Fautario, Mudingayi. All.: Gattuso.

MARCATORE: 30’l 96′ Rodriguez

ARBITRO: Chiffi di Padova

AMMONITI: 16′ Kone, 66′ Gulobovic, 72′ Agliardi, 81′ Falasco, 86′ Cascione

img_3952

Alejandro Rodriguez (Foto AC Cesena/Luigi Rega)

CESENA. E dopo 65 giorni da quel Cesena-Carpi è finalmente tornata la vittoria in casa bianconera. La cura Camplone inizia a portare frutti. Per una volta il Cesena concede maggiormente il possesso palla agli avversari (52 a 48 le percentuali al novantesimo) ma termina senza subire reti (e quasi nessun tiro in porta). Una netta inversione di tendenza per una squadra che aveva abituato a subire almeno due reti nelle ultime uscite. 

Ci sarebbe da segnalare anche un Cascione rigenerato dal tecnico abruzzese ma i titoli di copertina vanno tutti naturalmente ad Alejandro Rodriguez, soprannominato "il vagabondo" a furor di popolo che interrompe un digiuno dalle reti in campionato durato oltre un anno. Chissenefrega se è vagabondo, finché segna gol del genere gli è concesso (quasi) tutto. Il catalano mantiene una media gol straordinaria in relazione ai pochissimi minuti giocati: occorre però dargli fiducia. In una sola partita ha segnato in pratica gli stessi gol di Djuric in questo primo quarto di campionato. 

 Buona la prima in casa: il cammino però è ancora lunghissimo.