Catania-Cesena 1-4

Catania, stadio Massimino, giovedì 20 agosto 2015 ore 20,45. Terzo turno Coppa Italia Tim 2015/2016.

CATANIA (4-3-3): Ficara, Parisi (1’ st. Russo), Ceccarelli, Bacchetti, Ramos, Chrapek (34’ st. Di Grazia), Lulli, Odjer, Rosina, Maniero, Calderini (23’ st. Rossetti).A disposizione: Terraciano, Rescigno, Cabalceta, Sessa, Coppola, Tortolano. Allenatore: Pancaro

 

CESENA (4-3-3): Agliardi, Molina, Capelli (26’ pt. Perico), Caldara, Mazzotta, Kone, Sensi, Cascione, Ciano (27’ st. Dalmonte), Succi (10’ st. Djuric), Ragusa. A disposizione: Gomis, Gasperi, Renzetti, Valzania, Varano, Moncini. Allenatore: Drago.

 

RETI: 21’ pt. aut. Bacchetti (CA), 43’ pt. Ramos (CA), 15’ st. Djuric (CE), 20’ st. e 21’ st. Ciano (CE).

Spettatori: 3.644

CATANIA. Seconda partita ufficiale e secondo poker ma ennesimo infortunio. Questa volta ad abbandonare in anticipo il campo è Capelli per problemi alla caviglia. Il suo posto è preso dal sempre incerto Perico e la difesa bianconera inizia a ballare. Dopo il vantaggio, fortunoso ma meritato, arrivato su autogol di Bacchetti, il Cesena rischia di capitolare ad inizio ripresa quando il Catania approfitta del caos difensivo per conquistare un calcio di rigore poi fallito. Succi lascia il posto a Djuric e il serbo-bosniaco salta Ficara e riporta in vantaggio i romagnoli. Una doppietta di Ciano chiude poi l’incontro.

Il Cesena affronterà a Dicembre il Torino e la vincente, nuovamente nel capoluogo piemontese, dovrà vedersela con la Juventus. Da segnalare che il Catania era stato retrocesso in mattinata in Lega Pro per aver comprato cinque partite dello scorso campionato di serie B.

 

Technorati Tags: , , , , , , ,