CESENA – CROTONE 3-2 (COPPA ITALIA)

 

CESENA (4-4-2): Belardi n.g. (14’ Ravaglia 5); Ceccarelli 5 (60’ D’Alessandro 7), Brandao 6, Benalouane 6,5, A.Rossi 6; Gessa 7, Iori 5,5, Parfait 6,5, Turchetta 5 (85’ Favalli n.g.); Succi 6,5, Graffiedi 7.
 
A disposizione: Tonucci, Meza Colli , Malonga, Defrel.
 
Allenatore: Campedelli 6,5.
 
 
CROTONE (4-2-3-1): Concetti 5; Correa 5, Addae 5 (85’ Pettinari n.g.), Abruzzese 5, Migliore 5,5; Maiello 6 (57’ Galardo 6), Eramo 6; Torromino 6 (57’ De Giorgio 6), Gabbionetta 6,5, Ciano 7; Calil 6.
 
A disposizione: De Luca, Ligi, Checcucci, Matute.
 
Allenatore: Drago 6
 
 
 
Arbitro: Tagliavento di Terni 6
Marcatori: 16’ Succi, 40’ autorete Iori, 43’ Ciano, 50’ Graffiedi, 84′ D’Alessandro
Ammoniti: Ceccarelli, Iori, Brandao; Addae, Migliore
 
 
 
LE PAGELLE
 
Belardi: n.g.
(14’ Ravaglia 5: ha la giustificazione di essere entrato a freddo ma, oltre ai due goal subiti, ogni volta che il pallone gira dalle sue parti è panico!)
 
Ceccarelli 5: la testa da un’ altra parte, la condizione fisica da scapoli contro ammogliati!
(60’ d’ Alessandro 7: impatto devastante!)
 
Brandao 6: in crescita.
 
Benalouane 6,5: il solito atteggiamento da super-difensore, però non sbaglia niente.
 
A Rossi 6: primo tempo invisibile, secondo tempo accettabile Troppo timido.
 
Gessa 7: un motorino inesauribile nella prima frazione, poi va a fare il terzino e controlla senza patemi la fascia destra. Da applausi l’ assist per il vantaggio di Succi.
 
Iori 5,5: passo moviolato e qualche errore di troppo in appoggio. Deve crescere.
 
Parfait 6,5: sembrava non dovesse finire la partita visti la marea di falli distribuiti nella prima mezz’ora. Poi prende le misure e diventa un pit-bull invalicabile!
 
Turchetta 5: passeggia per tutto il primo tempo, poco meglio nella ripresa.
(85’ Favalli n.g.)
 
Succi 6,5: non ancora al 100% ma si candida già a leader di questa squadra.
 
Graffiedi 7: ce la mette tutta, ha la maglia tatuata sulla pelle!
 
Campedelli 6,5: sta costruendo un ottimo gruppo, affiatato e coeso. Per quanto riguarda il gioco, c’è ancora da migliorare.
 
 
 
LA PARTITA
 
Non senza fatica, il nuovo Cesena targato Campedelli approda la terzo turno di Coppa Italia avendo la meglio su un coriaceo Crotone che dimostra una buona fluidità di manovra e alcune individualità, Gabionetta e Ciano in particolare, che mettono a dura prova il nuovo impianto difensivo bianconero.
Nel primo tempo i romagnoli si dimostrano troppo attendisti e sono infatti i rossoblù a tenere in mano il pallino del gioco per gran parte dei quarantacinque minuti anche se, un po’ a sorpresa, è il Cesena a passare in vantaggio al 16’ con una ripartenza di Succi che scarica sulla fascia a Gessa e va a concludere di testa finalizzando al meglio un cross al bacio dell’ ex Pescara.
Il Crotone cerca con insistenza il pareggio e dopo un palo su punizione di Torromino arriva prima al pareggio con un autogoal di Iori che devia in rete un calcio piazzato di Ciano e con lo stesso n. 11 trova il vantaggio grazie a un sinistro velenoso dai 25 metri che beffa un incertissimo Ravaglia.
Risultato capovolto in 3 minuti (40’ e 43’) e con lo stesso si va al riposo.
La ripresa vede il Cesena partire più convinto e dopo solo cinque minuti trova il due a due con un altro colpo di testa, questa volta di Graffiedi, che impatta alla grande un perfetto assist di Rossi.
I restanti minuti passano senza particolari sussulti e proprio quando tutti aspettano ancora i supplementari, l’ inguardabile difesa ospite si fa cogliere ancora impreparata su un taglio di Graffiedi per Succi che scarta un cioccolatino per la fuga di D’ Alessandro che fissa il risultato sul 3 a 2 per la Campedelli-band.
Un altro passettino in avanti per i bianconeri che ora attendono il Sassuolo per la prima di campionato. Una prova più ardua dei due turni di Coppa Italia che farà capire a cosa si potrà aspirare!
AVANTI BIANCONERI!